Immagine

Il modernismo: nel romanzo il Santo di Antonio Fogazzaro

Elisabetta Selmi

Il romanzo Il Santo di Antonio Fogazzaro, che vide la luce il 5 novembre 1905, dopo un periodo di febbrile attesa negli ambienti del cattolicesimo riformatore, costituì un caso clamoroso non solo letterario ed editoriale (con un successo inedito anche internazionale e traduzioni in varie lingue) ma soprattutto culturale e religioso, inscrivendosi nel contesto delle accese polemiche sul modernismo che si protrassero a lungo, nonostante il dignitoso riserbo assunto dall’autore, anche dopo la tempestiva messa all’indice dell’opera e la durissima stroncatura comparsa, nello stesso anno, sulla Civiltà Cattolica, riguardo al modello di eretica ed affettata santità incarnato dal protagonista, Piero Maironi-Benedetto.

A distanza di un secolo, la svolta impressa dalla revisione critica di questi ultimi decenni sulla complessità della costruzione romanzesca (tra ‘romanzo a tesi’ e «poema dell’avvenire») e dell’intreccio ideologico del Santo, nonché il pieno riconoscimento ecclesiastico dell’autentica ricerca religiosa del Fogazzaro (nel dialogo con i pensatori di punta del cattolicesimo riformatore da Loisy a Blondel, da Bremond a Tyrrell) e della rappresentazione, nel romanzo, di una nuova apologetica ‘moderna’ o ‘modernista’ (per stare agli interrogativi rilanciati da lettori esperti come Marangon e Finotti) e di un misticismo non ‘decadente’ ma di lungimirante abbrivio novecentesco alla riflessione di un Teilhard de Chardin o di un Michel de Certeau, hanno restituito al Santo quel giusto rilievo nel capitolo imponente del modernismo cattolico.

Introduce Fernando Lepori
Relatrice Elisabetta Selmi

Programma


Elisabetta Selmi si è laureata presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Attualmente è professore associato di Letteratura italiana presso l’Università degli Studi di Padova. Ha pubblicato con Erminia Ardissino due volumi: Poesia e retorica del Sacro fra Cinque e Seicento (Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2008, Collana Manierismo e Barocco) e Visibile teologia. Il libro sacro figurato in Italia (Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2012); e si è dedicata allo studio delle riscritture bibliche fra Settecento e Ottocento (La Bibbia in poesia: Lagrime, pianti, lamentazioni. I volgarizzamenti dei Treni di Geremia e dei Canti profetici). Ha rivolto i suoi interessi al tema del modernismo con saggi su Fogazzaro, fra cui Il libro della scienza è diventato religioso per me: per una rilettura del dialogo Fogazzaro Bonomelli, in Dal Piccolo mondo antico al modernismo, a cura di Fabio Danelon, Firenze, Cesati, 2012. Sta curando, con altri studiosi, un volume su Poetiche e misticismo fra fine Ottocento e primo Novecento per l’editore Peter Lang e per l’Edizione nazionale delle opere di Fogazzaro sta allestendo il volume dei Discorsi.

Immagine: Flickr.com – alex.ch


Promotori

Associazione Biblioteca Salita dei Frati
Salita dei Frati 4
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 923 91 88
www.bibliotecafratilugano.ch
bsf-segr.sbt@ti.ch