dom 12.06.16

16:00 - 23:00
Cover 2

dom 12.06.16

16:00 - 23:00

Evento Speciale - centro di accoglienza Casa Astra Mendrisio

OtherMovie Lugano Film Festival

Roberto Rippa - presidente del Movimento dei Senza Voce, associazione che ha fondato e gestisce il centro - e l'artista Al Fadhil, modereranno un momento aperto al pubblico, che avrà così occasione di conoscere in prima persona e da vicino le storie e le condizioni di vita di alcuni migranti che vi sono stati ospitati nel tempo, nonché la convivenza tra persone di provenienza e esperienze diverse, come pure l'operato di chi li accoglie.

Una cena comune, musica, discussioni e naturalmente una selezione di film sul tema della migrazione costituiranno il menù della serata. Un tassello per avvicinare mondi solo apparentemente separati da un filo spinato che deve essere smantellato.

Programma:

17-18 Selezione Cortometraggi OtherMovie:

Progetto “Spazio  Dialogo” | Svizzera 2016 |20’
Nei tuoi panni (a cura di Stephanie Rauer)
La maschera (a cura di Stefano Ferrari)
La lettera  (a cura di Stefano Ferrari)
Fragili Contesti (a cura di Joel Fioroni)

Nel corso di alcuni seminari, una trentina di ragazzi provenienti dal Liceo di Bellinzona, dal Pretirocinio di orientamento di Lugano e il Pretirocinio d’integrazione di Gerra Piano, dalla Scuola professionale per sportivi d’élite di Tenero, dalla SUPSI e in particolare il settore di Lavoro sociale del Dipartimento economia aziendale, sanità e sociale, coadiuvati da tre registi, hanno ideato e realizzato quattro filmati su temi dell’interculturalismo e della convivenza civile.

Il dilemma dell'istrice | di Alessandro G. Capuzzi e Emanuele Dainotti | Italia 2015  | 8’
Un uomo e una ragazzina o un regista e un film o il Cinema e l'Italia. Un cortocircuito tra la vita e l'opera del protagonista in lotta con le sue relazioni, i suoi legami, i suoi vincoli.

Vivo e Veneto | di Francesco Bovo e Alessandro Pittoni | Italia 2013 | 8’
Un meccanico di biciclette prende con sé a lavorare un giovane africano e tenta di insegnargli la sua lingua (il dialetto veneto).

17.45: Un collegamento video fungerà da ponte tra Padova e Mendrisio, per confrontare le esperienze di due centri di accoglienza, che tematizzeranno la questione dell’asilo e delle migrazioni da due diversi punti di vista.

18-18.30 PAUSA

(A)mare Conchiglie | di Kyrahm e  Julius Kaiser | Italia 2015 | 20’
Con Anselmo Noè Chessa, Ambra Stucchi, John, Gentle, Promise, Theo e Kyrahm

È quasi ora del tramonto sul litorale di Nettuno, teatro del drammatico sbarco durante la seconda guerra mondiale. Un convivio poetico in mezzo al mare. Cibo e storie condivisi dagli ospiti di quest’insolito banchetto: i migranti africani raccontano la loro odissea per fuggire da insostenibili condizioni in Nigeria prima, dove hanno perso i loro cari durante i conflitti politico-religiosi, per poi arrivare in Libia, dove hanno trovato la guerra e l’inferno delle carceri sotterranee; Il dolce anziano originario della Sardegna, partito alla volta della Germania nel dopoguerra, evoca il tempo in cui gli italiani emigravano ammassati nelle stazioni con le valige di cartone. Un esodo che rimanda ai secoli scorsi, quando ci si imbarcava sulle navi dirette in America. Ma è la donna nata da un immigrato africano e da una siciliana a svelare particolari commistioni tra differenti culture, in una insolita storia di famiglie combattute tra disonore e amore. Al termine del convivio, tutti partecipano al rito del sale gettato in mare. Per ricordare i fratelli che non ce l’hanno fatta. Per restituire il mare al mare. Performance artistica estemporanea avvenuta e documentata dal vivo di fronte al pubblico presente in spiaggia nel Luglio 2015, in occasione della Biennale d’Arte Contemporanea di Anzio.

19.15: Cena in comune

20.00: Concerto Goran Rango & Friends, Balkan Music Live

22.00:
Mare Nostro | di Andrea Gadaleta Caldarola | Italia 2016 | Documentario | 55’

Molfetta, una città del Sud Italia che si affaccia sull'Adriatico. Qui il mare non è solo sfondo di paesaggi pittoreschi da cartolina. Pesca e commercio marittimo hanno plasmato nei secoli l’ecosistema sociale ed economico della città. Attraverso le voci di alcuni pescatori, Mare Nostro intreccia e ricompone memorie e frammenti di un luogo, il Porto di Molfetta, in cui i confini tra cronaca e antichi rituali, fatti storici e ricordi personali appaiono sfocati.


Entrata

CHF 10.- un film o un blocco di cortometraggi
CHF 50.- Pass per tutto il Festival


Informazioni extra

Programma 2016


Promotori

OtherMovie Lugano Film Festival
Via Monte Carmen 8
6900 Lugano
www.othermovie.ch
info@othermovie.ch