I

4942934525 3ca377d8bf b

The Beatbox - B-tles 3-bute - The Nowhere Land - Rolando Giambelli

Bellinzona Beatles Days

Manifestazione musicale che si dedica al “rock classico”, pur senza mai smarrire il solido legame con le origini, vale a dire con i mitici The Beatles.

In ogni edizione vengono riproposte le sonorità e la cultura degli anni Sessanta interpretate dai protagonisti di allora, appuntamento Sabato in Piazza del Sole - Bellinzona, con le presenze di:

The Beatbox

La performance dei Beatbox si propone di far rivivere l’energia e il fascino del mitico quartetto di Liverpool. E per ottenere il risultato desiderato nulla è stato lasciato al caso: dalla strumentazione, identica a quella usata dai Beatles nei loro storici concerti, ai vestiti, confezionati su misura dalla stessa sartoria che li creò per la tournèe americana dei Fab Four.

A dare vita a questo progetto, quattro musicisti dal curriculum piu’ che nobile: Alfio Vitanza, Mauro Sposito, Riccardo Bagnoli e Guido Cinelli vantano collaborazioni con i grandi nomi del pop italiano.
Uno show che attraversa i ricordi e le scoperte di piu’ generazioni, con esecuzioni fedelissime a quelle originali, per riscoprire l’entusiasmo e la positività dei mitici anni ’60.

B-tles 3-bute

L’idea B-tles 3-bute nasce dall'incontro di cinque musicisti dalle diverse personalità musicali, uniti dalla passione per il mitico gruppo di Liverpool. Nel cosiddetto stile “contemporary a cappella” gli arrangiatori, Alberto Favaro e Marco Gallo, scelgono di non limitarsi a semplici trasposizioni degli originali, ma di rielaborare gli stessi utilizzando stili musicali distanti tra loro. Un simile progetto non poteva che coinvolgere interpreti d’eccezione come Ricky Belloni, Max Corfini, Moreno Ferrara, oltre ai già citati Marco Gallo e Alberto Favaro, che da molti anni calcano le scene del panorama musicale italiano e di importanti produzioni estere.

The Nowhere Land

L’intento della band è quello di riproporre il repertorio beatlesiano a 360 gradi, dagli esordi fino alla fine degli anni Sessanta, con particolare attenzione agli anni 1963-1965. Il gruppo cerca di riproporre i successi del quartetto di Liverpool nel modo più fedele possibile, utilizzando anche gli stessi strumenti, come la chitarra Rikenbacker e il basso Hofner.

Rolando Giambelli

Oltre ad essere un fedele cultore dell’arte dei Beatles, Rolando ha realizzato in passato composizioni originali e nel 1968 anche una cover del brano “I’ll Be Back” dei Beatles ribattezzata “Cos’Hai” che è stata inserita in numerose compilation. Ne ricordiamo alcune: I Favolosi Anni ’60, curata da Red Ronnie, il CD “Gli Italiani Cantano i Beatles” curato da Vincenzo Mollica, distribuito dalla Polygram, una compilation curata da Italo Gnocchi, ecc. Rolando ha suonato in numerose band fin dal 1965: Some Souls, Club 76 (da cui sono derivati i JB CLUB con Mauro Pagani…), Pipers, Cantharellus, Baby Lonia, Beatle Smania, Two Of Us, ed ora con i BeaTops, ecc.

Locandina


Informazioni extra

After hour al Woodstock Music Pub - Bellinzona-Arbedo con George Merk.

Doppio figlio d’arte (la mamma è Rita Pavone, il papà Teddy Reno). Inevitabile che la famiglia gli trasmetta fin da subito la passione per la Grande Musica. Sullo stereo di casa passa di tutto (soprattutto Frank Sinatra, Beatles, Rolling Stones, Led Zeppelin, Pink Floyd ma anche Bobby Darin e Jethro Tull), ma è sui banchi di scuola che nasce la vera passione per la chitarra. 

Maggiori informazioni


Immagine: flickr.com M.Lara


Promotori

Fondazione del Patriziato di Bellinzona
6500 Bellinzona
fondazionepatriziato@gmail.com