5314979244 9ab8cfe4a4 b

Settembre organistico 2016

15° edizione


Prende avvio la quindicesima edizione del “Settembre organistico”, rassegna realizzata dall’omonima associazione e ospitata presso il Santuario-Basilica di Santa Maria dei Miracoli di Morbio Inferiore, tempio dotato di un importante organo Mascioni.

L’edizione 2016 del Settembre Organistico propone una novità importante: ai tre appuntamenti dedicati all’organo solo succede un concerto per organo e coro.
Il rango dei solisti si mantiene su livelli molto alti; è inoltre salvaguardata l’eterogeneità della loro provenienza, che consente al pubblico del Festival di esplorare repertori locali diversi e poco noti, accanto ai classici universali della musica per organo.
In particolare il programma proposto dal noto solista slovacco Stanislav Surin presenta una collezione di brani davvero interessanti, provenienti dalla sua terra, spaziando dal repertorio barocco ad autori contemporanei come Eben e Strejc.
Segue il recital di Mattia Marelli, uno degli allievi più capaci di Enrico Viccardi e ora di Lorenzo Ghielmi.
Chiude la serie dei solisti ospiti Ines Maidre, brillante organista estone, allieva a Parigi di Daniel Roth e ora cattedratica presso l’Accademia Grieg dell’Università di Bergen, Norvegia.
In occasione del quarto concerto – protagonisti Giulio Mercati e il Gruppo Vocale S. Bernardo – si evocherà una liturgia luterana proprio ai tempi di Bach, con un’invocazione iniziale – il grande “Te Deum” di Buxtehude – e un pezzo libero finale ad incorniciare una serie di sei corali bachiani, prima esposti in forma di parafrasi organistica e quindi nell’armonizzazione in stile kantional.
L’opera organistica di Johann Sebastian Bach non è però preponderante solo nell’ultimo programma, ma ancora grande protagonista negli impaginati concepiti per il Settembre Organistico, grazie alle caratteristiche tecniche dell’organo Mascioni, che si adatta perfettamente all’esecuzione di tale repertorio.

Anche quest’anno la caratteristica saliente dei quattro programmi è la grande varietà dei periodi e degli stili toccati, accanto all’opera di Bach: si passa infatti dai prebachiani Pablo Bruna, Buxtehude, Kerll, Georg Muffat e de Grigny a Mozart; si tocca quindi il romanticismo tedesco e francese con Mendelssohn, Brahms e Gigout, approdando fino al repertorio Novecentesco e contemporaneo, con Egil Hovland (1924-2013) e i già citati Petr Eben (1929-2007) e Jiří Strejc (1932-2012).


Promotori

Associazione Settembre Organistico
CP 213
6834 Morbio Inferiore
www.settembreorganistico.org