Lacci   foto

Lacci

«Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre così la lettera che Vanda scrive al marito che se n'è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e domande che non trovano risposta. Si sono sposati giovani, per desiderio di indipendenza, ma poi attorno a loro il mondo è cambiato, e ritrovarsi a trent'anni con una famiglia a carico è diventato un segno di arretratezza più che di autonomia. Adesso vivono in città differenti a misurare l'estensione del silenzio e il crescere dell'estraneità. Che cosa siamo disposti a sacrificare, pur di non sentirci in trappola? E che cosa perdiamo, quando scegliamo di tornare sui nostri passi? Perché niente è più radicale dell'abbandono, ma niente è più tenace di quei lacci invisibili che legano le persone le une alle altre. Amico del Teatro Sociale, con cui intrattiene un rapporto privilegiato, Silvio Orlando ritorna a Bellinzona con il suo nuovissimo spettacolo Lacci tratto dall’omonimo romanzo di Domenico Starnone (Einaudi). È una storia emozionante e fortissima, il racconto magistrale di una fuga, di un ritorno, di tutti i fallimenti, quelli che ci sembrano insuperabili e quelli che ci fanno compagnia per una vita intera.


Entrata

Prevendita: Ufficio Turistico di Bellinzona (Municipio e Stazione FFS)

Spettacolo del 15/11: Website

Spettacolo del 16/11: Website 


Informazioni extra

Maggiori informazioni:  Website


di: Domenico Starnone

con: Silvio Orlando, Roberto Nobile, Sergio Romano, Maria Laura Rondanini, Vanessa Scalera e Giacomo de Cataldo

regia: Armando Pugliese

Immagine: Flickr.com - Giovanni


Promotori

Teatro Sociale di Bellinzona
Piazza Governo 11
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 820 24 44
www.teatrosociale.ch
info@teatrosociale.ch