J5kcq9xly26gg6xxrl1mguvlorr

Nostalghia

Rassegna Tarkovskij allo specchio

Regia di Andrei Tarkovsky

Drammatico | ITA | 1983 | 121'


Con Oleg Yankovsky, Erland Josephson, Domiziana Giordano, Patrizia Terreno, Delia Boccardo, Laura De Marchi, Milena Vukotic, Alberto Canepa

Nel 1983 esce Nostalghia, girato in Italia nella campagna senese, il suo primo film fuori dalla Russia. La personale vicenda di Tarkovskij è tutta proiettata nel film, a partire dal titolo. È la storia di un intellettuale russo che si trova in Italia per scrivere la biografia di un musicista del XVIII secolo. Qua fa amicizia con Domenico, il matto del paese, il quale gli affida un voto da compiere in sua vece, quello di attraversare, con una candela accesa, la piscina di Bagno Vignoni. Il matto si ucciderà dandosi fuoco a Roma e Gorčakov, il protagonista, morirà portando a termine il voto della candela. Il film è accolto da opinioni discordanti. Una certa presunta fragilità filosofica e un sottile indugio manierista fanno sorgere dubbi sul valore del film che, tutt'oggi, è considerato un'opera minore, poco riuscita, nella filmografia tarkovskiana. Rimane comunque la notevole fotografia di Giuseppe Lanci e la suggestione di alcune immagini, come quelle della nebbia che avvolge la Val d'Orcia o la scena della candela nella piscina svuotata di Santa Caterina. Un altro elemento che rende il film degno di nota nella totalità dell'opera tarkovskijana è il riferimento alle opere d'arte, soprattutto pittoriche, esattamente come accade in quasi tutti i film.



Promotori

Cinema Lux Art House
Via Giuseppe Motta 67
6900 Massagno
Tel. +41 (0)91 967 30 39
www.luxarthouse.ch
info@luxarthouse.ch