Emigranti 1

Emigranti

Un sottoscala fatiscente, al nord. Due emigranti, del sud. All’interno di un ambiente privo di finestre si muovono due personaggi indicati nel testo con i nomi convenzionali di AA e XX. Due uomini agli antipodi per estrazione sociale, culturale, speranze e stile di vita. Quello che però pur unendoli li differenzia in maniera profonda è l’esperienza dell’emigrazione. Uno è fuggito per qualcosa, l'altro da qualcosa. Un uomo del popolo che ha lasciato la patria per ragioni economiche e un intellettuale che è invece fuggito per motivi politici. Il primo, uomo semplice e pragmatico, sogna di tornare e costruire la casa più bella di tutto il paese. Il secondo, intellettuale, interessato al tema della schiavitù, vuole scrivere un libro su questo tema e sa che a casa non tornerà mai.
Due mondi che normalmente non si sarebbero mai incontrati vengono accostati dalla necessità, e la situazione che ne scaturisce diviene potenzialmente distruttiva per entrambi. È la notte dell'ultimo dell'anno, e nel loro scantinato fatto di due brande e un tavolino, i due trascorrono la festa tra accuse, ripicche e piccole crudeltà, tra sogno e disillusione.
Un testo che tra dramma e farsa propone un tema amaro e di assoluta attualità.

Locandina
 


Entrata

Prenotazioni : +41 (0) 91 75 19 353
Email
Maggiori informazioni


Di Slawomir Mrozek.
Adattamento, scene e regia di Emanuele Santoro.
Con Roberto Albin e Emanuele Santoro.
 


Promotori

Teatro Paravento
6600 Locarno
Tel. +41 (0)91 751 93 53
www.teatro-paravento.ch
info@teatro-paravento.ch