dom 19.03.17 - dom 30.04.17

Tutto il giorno
Jazz

dom 19.03.17 - dom 30.04.17

Tutto il giorno

Un Secolo di Jazz

La creatività estemporanea

Per elaborare la veste grafica di cover e poster di concerti jazz, vengono coinvolti da subito giovani artisti, grafici e illustratori che metteranno a punto soluzioni cromatiche e compositive innovative e che diventeranno poi noti a livello internazionale: da Josef Albers a Niklaus Troxler, da Andy Warhol a Guido Crepax.

In mostra oltre 300 cover, manifesti, libri, riviste, grammofoni dell’inizio del Novecento, un fonografo, un raro registratore a bobine, spartiti e edizioni divenute celebri, foto dei grandi personaggi del jazz, epistolari, spezzoni di film dove si suona e si balla il jazz, il primo disco jazz del 1917 e la prima registrazione in Svizzera con una jazz band svizzera (1929). Fra le chicche: il clarinetto di Paul “Polo” Barnes, il tamburo di Ray Bauduc della Bob Crosby’s Orchestra, i piatti della batteria di Shelly Manne, il banjo di Fabio Turazzi, la tromba di Paolo Fresu e la fisarmonica di Gorni Kramer.

La mostra è promossa in collaborazione con l’Università IULM di Milano e il Master in “Editoria e produzione musicale”. Il 2017 segna inoltre la XX edizione del Festival di Cultura e Musica Jazz (16–18 marzo 2017) presso il Cinema Teatro di Chiasso.

Invito

Locandina


Entrata

Maggiori informazioni:
www.centroculturalechiasso.ch

Inoltre, a chi desidera vedere entrambe le esposizioni e fare quindi il bis - dalle splendide grafiche sul "bello ideale" di Winckelmann alle cover colorate del jazz e ai grammofoni di inizio '900 - viene proposto il biglietto cumulativo. 


Informazioni extra

martedì 11 aprile 2017 alle ore 20:30 viene promossa una conferenza pubblica rivolta a tutti gli interessati tenuta da Luca Cerchiari, direttore e docente di discipline musicologiche del Master in “Editoria e produzione musicale” dell’Università IULM di Milano, e co-curatore della mostra dal titolo L’invenzione del vinile e la musica jazz: la creatività estemporanea.

Sarà presente anche Paolo Pasi, giornalista e scrittore, che racconterà la storia del suo romanzo “L’era di Cupidix” (Edizioni Spartaco) in cui è presente tanta seducente musica jazz. 

Al termine della conferenza è possibile visitare insieme e in notturna la mostra a Spazio Officina fino alle ore 22:30.

Maggiori informazioni:
Tel: +41(0)91 695 08 88
info@maxmuseo.ch

Orari:
Da martedì a venerdì, dalle 14:00 alle 18:00
Sabato e domenica aperture speciali: dalle 10:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 18:00
Lunedì chiuso

Aperture speciali:
Domenica 19 marzo (San Giuseppe)
Domenica 16 aprile (Pasqua)
Lunedì 17 aprile (Pasquetta)

Chiuso tutti i lunedì (tranne il 17 aprile), venerdì 14 aprile (Venerdì Santo) e sabato 15 aprile (Sabato Santo).


Mostra a cura di: Luca Cerchiari e Nicoletta Ossanna Cavadini

Davide Dosi, capo Dicastero Educazione e Attività culturali, Chiasso
Luca Cerchiari, direttore e docente di discipline musicologiche, Master in “Editoria e produzione musicale”, Università IULM di Milano e co-curatore
Nicoletta Ossanna Cavadini, direttrice m.a.x. museo e Spazio Officina di Chiasso, co-curatrice
Armando Calvia, direttore Cinema Teatro di Chiasso

Da New Orleans: Bruce Boyd Raeburn, direttore Special Collections e curatore Hogan Jazz Archive, Tulane University


Promotori

m.a.x. Museo
Via Dante Alighieri 6
6830 Chiasso
Tel. +41 (0)91 682 56 56
www.maxmuseo.ch
info@maxmuseo.ch