I

ven 02.06.17

18:30 - 19:00
Poestate location patio municipio lugano

ven 02.06.17

18:30 - 19:00

Vorrei che tu fossi qui - Wish you were here

Festival Poestate 2017

La magia e la grandezza del Festival Poestate è nella sua straordinaria composizione di ospiti e proposte.

Ospiti di fama internazionale insieme ad autori emergenti, letture e conferenze classiche insieme a performance sperimentali e d'avanguardia nelle varie espressioni artistiche, ma anche eccellenti collaborazioni istituzionali pubbliche e private per una progettualità culturale globale forte e intensa.

Sergio Roic, in un incontro con Aurelio Sargenti, parlerà di come il cantante dei Pink Floyd amava canticchiare la canzone mentre disegnava un lago, schizzando forme umane e animali nella sabbia. Quello era il suo trip, innegabilmente. Diceva, diceva a quel mondo racchiuso nella sua testa: oh, come vorrei, come vorrei che tu fossi qui, wish you were here.

Locandina Poestate 2017


Informazioni extra

Buvette
dalle 18.00 in avanti

Tavoli libri 
Libreria Dietro l’Angolo, Lugano
Edizioni Fontana

Installazione video scenografica
Apollinaire tra arte e parola


Poestate, il  primo e più importante festival internazionale di letteratura del Cantone Ticino, fondato a Lugano nel 1997 da Armida Demarta, è un progetto culturale indipendente, multipolare e multidisciplinare.

Sergio Roic, nato a Sebenico in Dalmazia nel 1959 da famiglia originaria dell'isola di Lesina nell'allora Jugoslavia (oggi in Croazia), nel 1968 si trasferisce con la famiglia in Canton Ticino nel locarnese, e quindi a Lugano, dove frequenta il Liceo Cantonale. Torna in Jugoslavia per iscriversi all'Università di Zagabria, dove si laurea in lettere e filosofia.

Aurelio Sargenti, dopo la laurea in filologia italiana all’Università di Pavia (relatore: Dante Isella), ha conseguito il dottorato di ricerca in lingua, letteratura e civilizzazione italiane all’Università di Ginevra.


Promotori

Poestate
Casella postale 4510
6900 Lugano
www.poestate.ch
info@poestate.ch
Contatto: Armida Demarta