dom 28.05.17

14:30
1680 empire1a9marcst luganolac 3380090 31317 1

dom 28.05.17

14:30

Empire

Incontro del Teatro Svizzero

Konzept, Text und Regie Milo Rau

In arabo, francese, greco, curdo, rumeno. Con sopratitoli in italiano e tedesco
Durata: 120'

Si possono ripetere le emozioni su un palcoscenico? Cosa succede quando si raccontano vere storie di vita sulla scena davanti a un pubblico?
Milo Rau risponde a questi interrogativi con dovizia di dettagli e con grande minuzia nella sua trilogia Europa che si conclude con Empire.
Nella sua opera Empire, Milo Rau chiede a quattro attori, seduti in una vecchia cucina decrepita, di raccontare in parole semplici e senza pretese quella che è la loro storia. Si tratta dell’attrice ebraica di nazionalità rumena Maia Morgenstern, che riferisce la sua esperienza con il cinema e il realsocialismo, dei rifugiati siriani Ramo Ali e Rami Khalaf che raccontano la situazione nella Siria di Assad e in territorio curdo, sullo sfondo di un documentario sul viaggio di ricerca, e del greco Akillas Karazissis che parla delle sue esperienze vissute nella Germania occidentale e della Grecia attuale.
In comune hanno il percorso che li ha portati al teatro e la lontananza dalla patria. Sono storie che ci toccano direttamente. È una produzione altamente concentrata, in bilico tra l'intimità di persone che raccontano la loro vita in una cucina e i visi ingranditi sullo schermo, cosicché il loro racconto trascende i destini dei singoli individui. Il teatro di Rau riflette su sé stesso mettendosi continuamente in causa. Tutto avviene secondo una domanda dal contenuto particolarmente rilevante: che cosa sta succedendo, chi siamo noi in questa vecchia nuova Europa che segue il “secolo degli estremi” e dove le sfide non tendono a diminuire? Rau presenta quattro testimoni eccezionali, ovvero quattro attori, che improvvisamente con i loro racconti portano noi, gli spettatori, a confronto diretto con la Storia, dalle contestazioni della rivoluzione russa fino all’attuale crisi dei rifugiati. Rau allinea i singoli destini in una medesima grande tradizione culturale e storica e, in cinque atti, risale alla tragedia greca: densa, concentrata, intelligente. Il fatto che in tutto questo non si capisca una sola parola, poiché gli attori parlano ognuno la propria lingua, non ci perturba affatto. “La tragedia comincia adesso”: questa è l’ultima frase dello spettacolo con cui Rau invia gli spettatori verso il mondo da lui descritto. Ora tocca a noi cavarcela.


Entrata

CHF 31.--   
CHF 25.90 AVS/ AI
CHF 10.60 Studenti


Informazioni extra

Info e prevendita online

Prevendita: 

Spettacoli al LAC e al Teatro Foce:
Biglietteria LAC: da martedì a domenica 10.00-18.00 - lunedì chiuso
Telefono: da martedì a domenica 12.00-18.00 - +41 (0)58 866 42 22 - lunedì chiuso

Persone disabili: si prega di chiamare anticipatamente la biglietteria del teatro in cui si svolgerà lo spettacolo


Text und Performance Ramo Ali, Akillas Karazissis, Rami Khalaf, Maia Morgenstern
Bühne und Kostüme Anton Lukas
Video Marc Stephan
Dramaturgie und Recherche Stefan Bläske, Mirjam Knapp
Sounddesign Jens Baudisch
Technik Aymrik Pech
Produktion IIPM – International Institute of Political Murder
 


Promotori

Schweizer Theatertreffen
3000 Berna
info@incontro-teatro.ch