I

mar 23.05.17

17:30
1052 picture2

mar 23.05.17

17:30

Economia, scienza esatta?

La lezione di commiato del Prof. Cencini, intitolata Economia, scienza esatta?, si prefigge lo scopo di dimostrare in quale senso l'economia sia una scienza altrettanto esatta che le sue più quotate sorelle, senza peraltro poter essere considerata come una ramificazione della fisica o della matematica. La domanda al centro dell'argomentazione riguarderà la determinazione dell'oggetto d'indagine principale della teoria economica e della sua unità di misura.

Seguendo uno schema dialettico, la lezione del Prof. Cencini partirà dalla visione proposta dagli autori classici (tesi), passerà a considerare quella proposta dagli economisti neoclassici (antitesi) e sfocerà nella sintesi abbozzata da Keynes e portata a compimento da Bernard Schmitt nella sua macroeconomia monetaria quantica. È l'esistenza di leggi logiche, indipendenti dalle decisioni dei vari agenti economici, che fa dell'economia una scienza esatta. Ed è soltanto la conoscenza di queste leggi che consente di spiegare la natura profonda delle crisi economiche e quali riforme sono necessarie per evitarle.

Al pari delle lezioni inaugurali, rispetto a cui si pongono come una sorta di alter ego dialettico, le lezioni di commiato sono volute dall’USI per rafforzare i legami scientifici e umani tra le Facoltà e per offrire ai professori l’occasione – prima del pensionamento – di salutare il palcoscenico accademico, i colleghi e gli studenti in una lezione pubblica.  


Prof. Alvaro Cencini
è stato uno dei primi professori chiamati a insegnare nella Facoltà di scienze economiche dell’USI, ventun anni orsono. La sua carriera accademica, dopo la laurea (1972) e il dottorato (1978) all’Università di Friburgo, e il secondo dottorato (1982) alla London School of Economics, lo ha visto assumere successivi incarichi di docenza in Francia, Messico e Italia. Nel 1990 venne chiamato a insegnare al nuovo Centro Studi Bancari di Villa Negroni, assieme ai colleghi Mauro Baranzini e Marco Borghi, con i quali formò pochi anni dopo, nel 1996, il primo nucleo di professori della nascente Facoltà dell’USI. Alvaro Cencini è stato attivo anche su altri fronti, in particolare quale membro della Commissione della Svizzera italiana del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (1987-2002), della Commissione culturale cantonale (dal 1996 al 2008, che ha presieduto dal 2000 al 2008) e del Consiglio della Magistratura del Canton Ticino (1999-2010).

Sul piano accademico, oltre alla cattedra di ordinario in Economia monetaria alla Facoltà di scienze economiche dell’USI, il Prof. Cencini dirige il REMLab (Laboratorio di ricerca in economia monetaria) presso il Centro Studi Bancari ed è associato al Centre d’Etudes Monétaires et Financières dell’Università di Digione, in Francia. Nella sua attività di ricerca, il Prof. Cencini si è dedicato da oltre trent’anni al tema della macroeconomia monetaria, dall'analisi della natura bancaria del denaro a quella del processo di accumulazione del capitale, ponendo particolare enfasi su una rivalutazione critica delle analisi monetarie classiche e neoclassiche, nonché della teoria di Keynes.


Promotori

USI - Università della Svizzera italiana
Via Giuseppe Buffi 13
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 40 00
www.usi.ch
info@usi.ch