dom 08.10.17

20:30
Hamlet ok

dom 08.10.17

20:30

Hamlet

FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea

BORIS NIKITIN (DE/CH)
Concetto e direzione Boris Nikitin

Accompagnato da un quartetto barocco, il performer e musicista elettro Julian Meding, con una presenza androgina e vacillante, appare come un Amleto.
Julian Meding è un Amleto destabilizzato da un mondo che percepisce come falso e ingannevole, fino a quando decide di fingere la pazzia e giocare con la sua stranezza.
È o non è: egli diventa l’attore della propria vita. Il cantante racconta la sua vita: ma è reale? Parla della sua infanzia, di come ha costruito la sua personalità, il suo rifiuto dell’impotenza e la sua necessità di agire su ciò che lo circonda.

Meding invita sul palco il quartetto barocco di Basilea Der musikalische Garten. Questo perché la musica è immagine della forza invisibile che tormenta Amleto e Meding

Questo non è teatro. Né una performance. Né un concerto. Non è la vita vera. Né la realtà. Non è Amleto - afferma il cantante- ma è una trappola della realtà che serve per risvegliare la coscienza verso un mondo fluttuante senza meta.


Entrata

CHF 40.-
CHF 20.- Studenti e Apprendisti
CHF 12.- Fino a 14 anni                


Informazioni extra

Durata: 90’
Sopratitoli in italiano

Prevendita:
Biglietteria LAC
Ticketcorner

Prenotazioni:
Biglietteria LAC

Ma - Do: 10.00 - 18.00
In caso di spettacoli serali il lunedì, apertura della biglietteria 90 minuti prima dell'inizio dello spettacolo.
Nei giorni con spettacoli serali in programma: chiusura biglietteria alle ore 21:00 

Punti vendita:
Manor
FFS
La Posta
Coop City

Disabili: si prega di chiamare anticipatamente al +41 (0)58 866 42 22

I biglietti non sono rimborsabili ma sono trasferibili: in caso di impedimento, si consiglia di cederli a terzi

L'Ufficio Festival rimane a disposizione per consigli e approfondimenti:
Viale Cassarate 4, 6900 Lugano
+41 (0)91 922 61 58
10.00 – 12.00 e 14.00 – 18.00


Concetto e direzione: Boris Nikitin
Testo: Boris Nikitin, Julian Meding
Con: Julian Meding e Der musikalische Garten: Annekatrin Beller (violoncello), Karoline Echeverri Klemm (violino), Daniela Niedhammer (clavincembalo), German Echeverri Chamorro (violino)
Scenografia: Nadia Fistarol
Musica: Boris Nikitin, Uzrukki Schmidt, Der musikalische Garten
Video: Georg Lendorff, Elvira Isenring
Drammaturgia e suono: Matthias Meppelink
Luci: Benjamin Hauser
Produzione: Annett Hardegen
Co-produzione con: Théâtre de Vidy, Kaserne Basel, Gessnerallee Zurich, Ringlokschuppen Mülheim an der Ruhr, HAU-Hebbel am Ufer Berlin, Münchner Kammerspiele
Sostegno di: Pro Helvetia Fondazione svizzera per la cultura, Fondazione Ernst Göhner, Pourcent-culturel Migros, Kunststiftung NRW, Commission danse et théâtre de Bâle-Ville et Bâle-Campagne

Boris Nikitin è regista teatrale, sceneggiatore, artista installativo e direttore del festival "It's The Real Thing". Ha studiato presso l'Istituto di studi teatrali applicati a Giessen / Germania.
Le sue opere sono un mix tra performance teatrale e teatro di illusione, e passano dall'alta concettualità alla grande teatralità, giocando con i confini tra dilettantismo offensivo e il virtuosismo che agisce. I suoi lavori giocano con la definizione della performance stessa, con i codici di teatro, con la percezione, con gli spettatori, oltre che con i confini tra realtà e teatro. Famosa in questo ambito il suo lavoro del 2013 nella chiesa mormone ,Theatre Freiburg/ Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni,  dove ha diretto una messa che aveva come tema "Come conquistare amici e influenzare le persone".  Ha inoltre messo in scena l'audizione di diploma di Otto-Falckenberg- actings-school come una piece nel programma del Münchner Kammerspiele ("L'audizione", Münchner Kammerspiele, 2015). Per la mostra internazionale "insert14" a Delhi, curata da Raqs Media Collective, ha sviluppato un casting-installation (in collaborazione con l'artista indiana Zuleikha Chaudhari) in cui attori e attrici che cercavano un lavoro presentavano le loro capacità durante una settimana in loop.
Nelle sue ultime opere Nikitin si occupa del rapporto tra arte e malattia. Per il progetto "X-Appartment Athens" (2015) ha sviluppato un'installazione in stanza e un video nell'ospizio "Asylon Aniaton". Il video e alcune delle sue opere scultoree sono state esposte nello stesso anno all'esibizione "summe" di Basilea. Anche il suo progetto più recente "Hamlet" che ha debuttato nel 2016 riguarda la malattia e la realtà. Nell'aprile del 2017 si svolgerà a Basilea la terza edizione del suo festival "I’s the real thing".


Promotori

FIT Festival Internazionale del Teatro e della scena contemporanea
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 225 67 61
www.fitfestival.ch
info@fitfestival.ch