gio 19.10.17

20:30
Znaider nikolaj 1

gio 19.10.17

20:30

Orchestra della Svizzera italiana

Vladimir Ashkenazy | Nikolaj Znaider

L’Orchestra della Svizzera italiana si cimenta con un programma vario, a cavallo fra tardo romanticismo e modernità. Il direttore ospite principale dell’OSI, Vladimir Ashkenazy, ha scelto, in apertura del concerto, la prima suite delle famose musiche di scena che Edvard Grieg scrisse nel 1874 per il Peer Gynt del celebre drammaturgo norvegese Henrik Ibsen. Quattro brani di grande poesia musicale e tutti molto celebri, compongono la prima suite: Il mattino, La morte di Aase, Danza di Anitra e Nel Palazzo del re delle montagne.
Segue il giustamente popolarissimo concerto in sol minore per violino e orchestra di Max Bruch (1868), scritto per un gigante del violino ottocentesco, Joseph Joachim. A Lugano lo eseguirà un artista celebre, dotato e versatile, il violinista Nikolaj Znaider.
Nella seconda parte del concerto, Ashkenazy dirigerà la prima sinfonia in fa minore di Dmitri Šostakovič, che nel 1926, rivelò il genio sarcastico e la precocità del talento (fu scritta a diciotto anni, quando il compositore sovietico era ancora studente al Conservatorio) del ventenne musicista pietroburghese.

Edvard Grieg
Peer Gynt, suite n. 1

Max Bruch
Concerto per violino e orchestra n. 1

Dmitri Šostakovič
Sinfonia n. 1

Programma



Informazioni extra

Prevendita online:
www.ticketcorner.ch

Prevendita:
punti vendita Ticketcorner (Biglietteria LAC, La Posta, Sportelli FFS, Manor, Coop City)

Disabili / accompagnamento: Si invitano gli spettatori con disabilità o mobilità ridotta a prenotare i biglietti almeno 24 ore prima dell’inizio dello spettacolo. I biglietti possono essere prenotati telefonicamente al numero 091 803 95 49.


Direttore: Vladimir Ashkenazy
Solista: Nikolaj Znaider violino


Promotori

Orchestra della Svizzera italiana
Via Canevascini 5
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 803 93 19
www.osi.swiss
osi@osi.swiss

RSI - Radiotelevisione Svizzera
via Canevascini 5
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 803 51 11
www.rsi.ch
info@rsi.ch.