sab 24.02.18

20:30
Qualcosa a cui pensare

sab 24.02.18

20:30

Qualcosa a cui pensare. Distorsione di un frammento amoroso

LuganoInScena

Di Emanuele Aldrovandi

Durata: 1h20

In un’epoca di crisi globale, di crisi identitaria, terrorismo e instabilità politica come si può venirne a capo? Come si può trovare il giusto pensiero, la giusta guida, per prendere il largo e navigare senza paura? In Qualcosa a cui pensare sarà una giovane coppia di coinquilini ad aprirci la loro anima insicura e mutevole. Jeer e Plinn sono due quasi trentenni. Pieni e vuoti al tempo stesso. Liberi e dipendenti. Fragili e duri, come solo questa generazione sa essere. Sottomessi alla libertà e liberi di immaginare illusioni sul futuro. La sottile, ma persistente, storia d’amore che attraversa tutte le scene dello spettacolo è assolutamente sorprendente, spiazzante e senza cercare binari “normali”. È finta ma onesta, coraggiosa e al tempo stesso paurosa, come molti dei progetti di vita dei trentenni oggi.

Qualcosa a cui pensare è un appuntamento con se stessi, con la generazione degli anni Novanta cresciuta a pane e Super Mario Bros, con la necessità di cambiare, consapevoli che non si può rimanere uguali e indifferenti dinanzi ai disastri, ai mutamenti del mondo e alla propria età che cambia, senza riuscire a capire, però, cosa essere, cosa diventare. (Sara Lotta, Persinsala)


Entrata

CHF 25.-
CHF 20.- Studenti / apprendisti
CHF 12.- Fino ai 14 anni


Informazioni extra

Prevendita online:
LuganoInScena

Prevendita:
Biglietteria LAC, Piazza Bernardino Luini 6, 6900 Lugano
+41(0)58 866 42 22


Regia Vittorio Borsari
Con Roberta Lidia De Stefano e Tomas Leardini
Video editing e musiche Francesco Lampredi
Scene Tommaso Osnaghi
Produzione CHRONOS3


Promotori

LuganoInScena
Piazza Bernardino Luini 6
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 42 22
www.luganoinscena.ch
info@luganoinscena.ch