Flickr.com   silvia sala

La sofferenza psichica di origine sociale

Giornata di formazione con il Dr. Jean Furtos

La precarietà è insita nella natura umana e fa parte della nostra umanità.

Ma che accade se, nei momenti di crisi e fragilità, ci si sente abbandonati dal prossimo, vengono meno la fiducia in sè stessi e la convinzione di essere degni di vivere e di appartenere al gruppo umano?
Che risposte si possono dare a persone che vivono situazioni di questo tipo, a cavallo tra l’intervento sociale e la cura psichiatrica, per evitare un effetto di “patata bollente” tra professionisti e tra servizi?

La giornata è stata organizzata in collaborazione con diverse realtà istituzionali attive in Ticino nella protezione dei minori, nel sostegno alle famiglie e nella promozione di un pensiero di etica relazionale, quali, la Fondazione Amilcare, la Cooperativa Baobab, la Fondazione Sasso Corbaro per le Medical Humanities, e con il sostegno dell’Ufficio del sostegno agli enti e alle attività per i giovani e le famiglie (DSS).

Locandina


Informazioni extra

Conferenza in francese

Numero di posti limitato: annunciarsi scrivendo una e-mail 


Il Dr. Jean Furtos, di formazione psichiatra, è direttore scientifico all’Osservatorio nazionale delle pratiche in salute mentale e precarietà a Lyon.
Da sempre studia le diverse cause dei problemi di salute mentale dei suoi pazienti, partendo dal principio che spesso sono di origine sociale e non psichiatrica. Ha fondato nel 1996 a Rennes l'Observatoire régional Rhône-Alpes, dal 2002 Observatoire national des pratiques en santé mentale et précarité.
Jean Furtos difende l’ipotesi che esista un legame stretto tra l’esperienza della precarietà e i disturbi psichici degli individui.

Immagine: www.flickr.com -Silvia Sala


Promotori

Infogiovani-Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani
via Henri Guisan 3
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 814 86 91
www.ti.ch/infogiovani
infogiovani@ti.ch