Ram 10 untitled 1991 mixed media on paper 26.5x37.5cm

Carol Rama - Le lacerazioni del mondo

Vernissage

Le particolari e intense opere di Carol Rama (Torino 1918 - 2015) hanno caratteristiche estetiche ed un gusto molto più vicino all’espressionismo austriaco e tedesco che non alla nostra tradizione mediterranea e solare. Duramente provata dalla tragica e prematura morte di suo padre (probabilmente suicidatosi) e dai forti problemi psichici di sua madre, Rama ha sempre svolto il suo mestiere di artista come un’intensa autoterapia.

Da una parte il mondo della corporeità, della sessualità, fatto di lacerazioni, frammenti, tragiche divisioni e visioni. Dall’altra un universo ordinato, astratto, unito, dove l’armonia della forma ricompone ogni lacerazione. Così tutta la sua opera, come un inquieto pendolo descritto da Edgar Allan Poe, oscilla incessantemente tra i due inconciliabili poli della nostra esistenza: la lacerazione e l’unità, il caos e l’armonia, il frammento e la totalità, il fuoco e il cristallo. Tra questi due principali temi, il percorso della Rama ha esplorato due mondi apparentemente opposti: l’universo espressionista, organico, riccamente corporeo in parte derivato da Egon Schiele; e quello formale, estetizzante e più lirico, in parte ispirato ad Alberto Burri. 

Maggiori informazioni


Promotori

De Primi Fine Art
Piazza Cioccaro 2
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 923 48 33
www.deprimi.ch
info@deprimi.ch