I

sab 14.10.17 - sab 25.11.17

Tutto il giorno
Ricerca di luce 1972

sab 14.10.17 - sab 25.11.17

Tutto il giorno

Giulia Napoleone | Dal nero, la luce

Libri e incisioni 1967 - 2017

Il Porticato della Biblioteca Salita dei Frati di Lugano ospita una retrospettiva dell'opera grafica realizzata nel corso di un cinquantennio dalla Grande Dame de la gravure italienne, come l'ha amabilmente definita un raffinato editore parigino. Si tratta di cartelle e libri d'artista nati dall'amore per la parola di poeti e prosatori, che hanno dato vita a un confronto tanto intenso quanto costante tra testo e immagine. Grazie ad esso è possibile ripercorrere l'intero itinerario creativo dell'artista, contrassegnato da coerenze e rigore che, anziché ostacolarla, l'hanno spronata a sperimentare infinite variazioni rivelatrici lungo il solco tracciato sin dall'inizio: un percorso analitico che attraverso i suoi segni essenziali trascende il dato reale.

Nell’impossibilità di elencare tutte le cartelle e i libri d’artista esposti, se ne segnalano due, per molti versi agli antipodi. Da un lato Les fleurs du mal di Beaudelaire nella traduzione di Dario Durbé del 1996, dove l’incisione originale dell’edizione di testa convive con numerose accurate riproduzioni di incisioni che dialogano armoniosamente con i versi del poète maudit; dall’altro, del 2008, Aleppo - sole fatto di terra e pietra, con poesie di Adonis, in cui l’artista si cimenta nella titanica impresa di colloquiare con il poeta arabo attraverso una serie di segni e disegni originali a china (la copertina e tre opere a doppia pagina), per ognuna delle trentacinque copie dell’edizione. Quest’opera di straordinaria intensità è emblematica del tempo lungo, dell’assiduità, della pazienza che sono alla base di tutto il lavoro di Giulia Napoleone

Flyer


Informazioni extra

Orario:

da mercoledì a venerdì ore 14.00 - 18.00
sabato ore 9.00 - 12.00
o su appuntamento +41 79 789 66 82


Giulia Napoleone nelle sue incisioni predilige quelle tecniche calcografiche che favoriscono il segno diretto nel metallo della lastra, un segno non mediato dalla morsure. Bulino, punzone, maniera nera sono le modalità predilette dall'artista, che per tradurre l'ispirazione in opera d'arte richiedono spiccata manualità, grande padronanza del mestiere, precisione e accortezza, ma soprattutto calma, costanza e diligenza protratte ne tempo: un tempo lungo che scorre lento quello dell'incisore, che si esprime con il linguaggio di tecniche antiche. È mirabile come Giulia Napoleone, confrontata con la parola, sappia sempre trovare la giusta misura, come, quando sceglie l maniera nera, fa scaturire la luce dal nero profondo della lastra di rame preparata con il berceau.

Immagine: Giulia Napoleone, Ricerca di luce - 1972


Promotori

Associazione Biblioteca Salita dei Frati
Salita dei Frati 4
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 923 91 88
www.bibliotecafratilugano.ch
bsf-segr.sbt@ti.ch