I

sab 23.09.17 - dom 29.10.17

15:00 - 18:00

Fondazione Rolf Gérard , Ascona

Rolf g%c3%a9rard

sab 23.09.17 - dom 29.10.17

15:00 - 18:00

Fondazione Rolf Gérard , Ascona

Da Berlino ad Ascona

Mostra

"Da Berlino ad Ascona" è il titolo dell’esposizione in corso fino al 29 ottobre che la Fondazione Rolf Gérard di Ascona dedica al suo fondatore lo scenografo e pittore Rolf Gérard. Attraverso una sessantina di opere oli, acquarelli, guazzi si rivedono i luoghi, filtrati dalla memoria, dove l’artista berlinese di nascita, ma cosmopolita per formazione visse e operò.

Si inizia con scorci inediti di Berlino, anni 20. Già in queste opere giovanili si legge «la gioia di vivere» marchio fondamentale delle sue creazioni. Si passa alle immagini parigine che dicono colore, giovinezza e amore. Poi vi sono i severi oli londinesi nel grigiore della Seconda Guerra Mondiale, e New York, Il Mondo Nuovo, trionfo di sue scenografie. Ascona e i suoi dintorni, con diverse tele pregevoli, è la tappa finale di questa mostra biografica.
L’esposizione presta una particolare attenzione ai suoi "carnet" di dipinti, esponendoli in apposite bacheche.

Informazioni 


Informazioni extra

Orari d’apertura:
Mercoledì - Domenica:
15.00 - 18.00 o previa richiesta telefonica ( Tel. +41 (0) 91 791 19 82 )

 


Nato il 9 agosto 1909 a Berlino - Figlio dello scienziato tedesco della discesa Huguenot, Walter Gérard e la famosa cantante italiana Mafalda Salvatini. 
Inizio' a disegnare prima di poter scrivere o leggere. Nel 1914, all'inizio della prima guerra mondiale, comincio' con le prime caricature di suo padre. Pieno di curiosità sull'uomo, fece ritratti dei suoi professori; in seguito passo' a disegnare gli animali. Quindi all'inizio era la forma. Il desiderio di colore è stato realizzato solo con i vari viaggi della sua giovinezza. 
Nel 1933 si trasferi' a Parigi, città che lo appagò definitivamente per la sua passione nella pittura.
Inizio anni '40 si trasferì a Londra, dove attraverso sua madre coltivó stretti contatti con la musica e il mondo teatrale. 
Nel 1950 iniziò una lunga collaborazione con Rudolf Bing, durata 20 anni che gli permise di dipingere in Europa ogni estate.
Nel 1951 sposò Kyta, una donna russa, che gli diede occasione di conoscere un nuovo mondo e un'anima nuova: la Slavia. 
Tappa finale dell'artista fu Ascona dove vi giunse nel 1976 e vi morì nel 2011.


Promotori

Fondazione Rolf Gérard
Carrà dei Nasi 1
6612 Ascona
Tel. +41 (0)91 791 19 82
Contatto: Diana Mirolo