Locandina1000

La Principessa e l'Aquila

30° Festival internazionale del cinema giovane Bellinzona

Regia di Otto Bell

Documentario | GB, Mongolia, USA | 2016 | 87'

Con Lodovica Comello (voce narrante), Aisholpan Nurgaiv, Rys Nurgaiv

Presso le popolazioni nomadi della Mongolia, la tradizione dei cacciatori con le aquile ha duemila anni di storia. Il metodo per questo tipo di caccia, a volpi, lupi e altri animali, si tramanda di padre in figlio, laddove la persona mostra una propensione spiccata per la collaborazione con l'aquila. Quando cioè, per dirla con loro, "ce l'ha nel sangue". Aishoplan è una ragazzina di tredici anni che, diversamente dalle amiche, non ha mai avuto paura di un aquila, né di arrampicarsi in altissima montagna per catturare il suo personale aquilotto all'indomani dello svezzamento e crescerlo e addestrarlo secondo gli insegnamenti del padre. Incredibilmente dotata e determinata, con il supporto della famiglia, Aishoplan ha scelto di diventare la prima cacciatrice con le aquile di sesso femminile, nonostante il parere contrario di molti anziani della sua comunità. Aishoplan ha anche il desiderio di studiare medicina e diventare medico. Così il regista e la produzione del film, hanno deciso di creare un fondo per aiutare la ragazza a frequentare l’università. I 3000 dollari ricevuti come premio per aver vinto il premio come Miglior Documentario all’Hamptons Film Festival, sono stati versati in questo fondo. 



Otto Bell
Regista britannico, candidato ai British Academy Film Award con questo suo primo documentario è giunto a questa, che è la sua opera prima, scoprendo una serie di foto di una ragazzina, suo padre e un’aquila e ha pensato subito che dietro a quelle immagini ci fosse una storia pronta per diventare un film. Ha preso contatto, via Facebook, con il fotografo Asher Svidensky che le aveva scattate e ha appreso la storia di Aishoplan. Senza perdere tempo ha organizzato un viaggio con mèta i Monti Altai, e lì ha conosciuto quelli che sarebbero diventati i protagonisti del film.


Promotori

Castellinaria - Festival internazionale del cinema giovane
Via Cattori 3
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 825 35 11
www.castellinaria.ch
info@castellinaria.ch