15426422038 4dc622bdf8 k

Videogiochi, genitori e figli

Era il 1971 quando si inaugurava un nuovo settore dell’intrattenimento, con la produzione del primo videogioco della storia.

I ragazzi di allora sono oggi ultracinquantenni e i videogiochi sono sempre più strumenti di uso quotidiano, con penetrazione e fatturato che superano quelli del cinema e, secondo alcuni, con elevata dignità culturale. Ma attorno ad essi è ancora possibile costruire relazioni tra giovani e adulti, grazie alle quali negoziare regole, norme, ruoli, identità e valori, facendo esperienza di socialità e solitudine, di apprendimenti formali e informali? Per rispondere a questo quesito, si confronteranno a Bellinzona Rosy Nardone, ricercatrice e pedagogista; Filippo Zanoli, giornalista digitale e specialista di videogiochi; Daniele Parenti, direttore del CERDD e Alessio Petralli, direttore della Fondazione Möbius, con l’introduzione e la moderazione di Stefano Vassere, direttore della Biblioteca cantonale di Bellinzona. L’attenzione sarà rivolta in particolare all’opportunità di pensare a nuovi modelli per una didattica delle relazioni tra genitori e figli, tra insegnanti e ragazzi, per colmare l’assenza del mondo adulto da questi ambienti videoludici e di socialità. I nativi digitali hanno diritto e necessità di adulti consapevoli che li sostengano nella costruzione delle loro esperienze in questi media e delle norme di comportamento per affrontarle. Una vita che i videogiochi di qualità contribuiscono a rendere affascinante, proponendo mondi possibili da conoscere in prima persona.

Il dibattito sarà arricchito da una retrospettiva sui migliori videogiochi del 2017.

L’incontro si tiene nell’ambito del ciclo “Il futuro digitale prossimo e venturo”, frutto della collaborazione tra le Biblioteche cantonali, la Fondazione Möbius, Coscienza Svizzera e il Centro di risorse didattiche e digitali. Quattro osservatori che contribuiscono a fornire strumenti di interpretazione della società digitale attraverso un dibattito arricchito da prospettive e strumenti propri di ognuna delle istituzioni. 

Immagine: www.flickr.com - Matt Chan


Informazioni extra

Per ulteriori informazioni:
Clarissa Iseppi, Contatto Email 
info@moebiuslugano.ch
Stefano Vassere, Tel. +41 79 311 2714, Contatto Email

Tutti i dettagli sulle attività della Fondazione e sulle iniziative sono disponibili su: Sito Web
Per le iniziative e i servizi della Biblioteca Cantonale 


Promotori

Fondazione Möbius Lugano per lo Sviluppo della Cultura Digitale
6900 Lugano
www.moebiuslugano.ch
info@moebiuslugano.ch