I

1909545850 5a54dcbacc b

Invito alla presentazione del volume "lettere iperboliche" di francesco chiesa

Sulla figura e sull’opera di Francesco Chiesa dialogheranno Orazio Martinetti, storico e giornalista, Moira Bubola, produttrice di Rete Due per l’attualità culturale e Stefano Vassere, Direttore delle biblioteche cantonali e del Sistema bibliotecario ticinese, sulla base di alcuni filmati degli anni Sessanta provenienti dagli archivi della RSI.

Locandina


Informazioni extra

Segue un rinfresco.


Francesco Chiesa (1871-1973) è stato a lungo, almeno fino alla seconda guerra mondiale, la figura di riferimento delle élites culturali dell’italofonia elvetica. Estensore, nel 1908, del celebre «Manifesto per la costituzione di una Sezione svizzera della Dante Alighieri», simpatizzò per L’Adula e per le cerchie intellettuali che, nella penisola, caldeggiavano l’entrata in guerra. Ma prima d’indossare l’abito di gran maestro delle lettere svizzero-italiane, e come tale riconosciuto sia oltralpe che in Italia, Chiesa si divertì a fustigare i costumi, le abitudini, i tic dei ticinesi, colti nelle loro manie di grandezza. Era la «Repubblica dell’Iperbole», espressione che sarebbe poi diventata proverbiale per l’intero Novecento. Con le Lettere iperboliche che Chiesa consegnò alla Piccola Rivista Ticinese al tramonto del XIX secolo e ora riproposte dall’editore Dadò, siamo probabilmente in presenza del primo tentativo di definire un’«identità» ticinese. Difensore dell’italianità in tutte le sue forme, dalla lingua al retaggio artistico-architettonico, Chiesa ha lasciato una produzione copiosa in prosa e in poesia, romanzi e raccolte in versi che negli ultimi anni sono stati oggetto di nuove indagini critiche. Da un punto di vista politico-culturale, la sua influenza è stata notevole e come tale d’estremo interesse per gli storici della cultura. È quindi tempo di riscoprire questa personalità e queste Lettere in cui il motteggio s’intreccia con la satira e lo sberleffo: una requisitoria letteraria che l’autore, tuttavia, negli anni successivi preferirà rimuovere dal suo universo mentale.

Immagine: www.flickr.com - Fermìn Alvarez


Promotori

CORSI
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 803 60 17
www.corsi-rsi.ch
info@corsi-rsi.ch