8717363941 e7d75e5dd1 k

La svizzera e la seconda guerra mondiale nel rapporto Bergier

Presentazione del libro di Pietro Boschetti

A pochi anni dalla scomparsa dello storico Jean-François Bergier e a vent’anni dall’istituzione della Commissione di esperti indipendenti Svizzera-Seconda guerra mondiale è presentato al pubblico di lingua italiana il volume di Pietro Boschetti, apparso nel 2010 con l’intento di divulgare il rapporto della commissione di esperti presso un pubblico più vasto.

Completato nel marzo del 2002, il rapporto Bergier è molto critico nei confronti dell’operato del governo e dell’industria svizzeri durante la Seconda guerra mondiale.

Diretto dal professor Jean-François Bergier, storico, lo studio mette in evidenza alcune gravi mancanze della politica nazionale, in particolare il trattamento che la Svizzera riservò ai rifugiati, la sua collaborazione con il regime nazista e la poca solerzia nella restituzione degli averi depositati dalle vittime del nazismo.

Per la prima volta in italiano è possibile avere una sintesi delle oltre 11.000 pagine e dei principali temi affrontati nei differenti rapporti pubblicati dalla commissione. A settant’anni dalla conclusione della seconda guerra mondiale, l’opera si prefigge di dare una risposta ai numerosi interrogativi che a partire dai lavori della commissione Bergier hanno animato, e animano ancora oggi, il dibattito pubblico e politico. 

Locandina


Immagine: www.flickr.com - Kecko


Promotori

Centro Culturale del Circolo di Soazza
6562 Soazza
Tel. +41 (0)91 831 10 53
www.centroculturalesoazza.ch
centroculturalesoazza@bluewin.ch