Immagine

Il Ticino che verrà e la rivoluzione digitale

L'influenza della digitalizzazione sulla vita quotidiana e la democrazia

assistiamo ad uso sempre più diffuso dei computer, dei telefonini, dei social network (Facebook, Twitter, ecc.) e delle applicazioni ad essi connessi. Viene così generata una quantità impressionante di dati che vengono registrati e poi utilizzati per analizzare i nostri comportamenti sociali allo scopo di influenzarli o orientarli.  

D’altro canto, vi sono vieppiù persone che desiderano estendere la digitalizzazione ai rapporti tra cittadini e Stato, sia nell’ambito dell’amministrazione pubblica sia in quello delle elezioni, con l’intento di aumentarne l’efficienza e l’efficacia. Alcuni partiti hanno deciso di determinarsi tramite piattaforme online, come i “Cinque Stelle” in Italia, con il rischio di escludere chi non ha accesso a queste tecnologie. Infine, giungono notizie preoccupanti circa l’influenza esercitata da alcuni Stati sulle elezioni nazionali, manipolando l’opinione pubblica.


Informazioni extra

Seguirà una cena in comune con i relatori presso il Grotto Valletta al prezzo di 50 franchi (tre portate, bibite incluse). Per questioni organizzative vi chiediamo di annunciare quanto prima la vostra presenza tramite l’invio di un messaggio e-mail oppure di un sms allo 079 766 83 47 (Antonina Mattioli, coordinatrice della segreteria dell’OD).


Angelo Bernasconi, vice presidente dell'Osservatore Democratico, moderatore

Luca Gambardella, Direttore dell'Istituto Dalle Molle di studi sull'intelligenza artificiale USI/SUPSI

Marcello Foa, docente di giornalismo internazionale all'USI e Amministratore delegato del Gruppo Corriere del Ticino


Promotori

Osservatore Democratico Gruppo di discussione politica
Casella postale 414
6900 Massagno
info@osservatoredemocratico.ch