Biedermann   foto

Biedermann und die Brandstifter

L’imprenditore Gottlieb Biedermann viene a sapere dal giornale che stanno aumentando nella regione gli incendi dolosi. Un giorno Joseph Schmitz chiede a Biedermann di ospitarlo a casa sua. Biedermann accetta, come si conviene alle persone a modo. Non solo: mentre l’ospite prolunga insistentemente il soggiorno in casa sua, Biedermann ignora tutti i chiari segnali che dovrebbero fargli capire che Schmitz è uno dei temibili incendiari.

Per opportunismo non reagisce neppure quando Schmitz introduce in casa un altro ospite e i due cominciano ad accumulare taniche di benzina in solaio. Fino a quando la situazione degenera... “Biedermann und die Brandstifter” (“Omobono e gli incendiari”) fu rappresentato per la prima volta nel 1958 allo Schauspielhaus di Zurigo. È il commento satirico di Max Frisch ad una classe sociale, la borghesia, che, contro ogni evidenza, non riconosce la necessità della resistenza ma, al contrario, si adegua mettendo in pericolo sé stessa e gli altri.

Frisch iniziò la stesura della pièce nel 1948, quando era ancora forte l’impressione del nazismo e della presa del potere dei comunisti in Cecoslovacchia. La cronaca le conferisce oggi un’attualità insospettabile e sorprendente


Entrata

I biglietti per questo appuntamento della rassegna “Swiss made” del cartellone del Teatro Sociale, con il sostegno di Pro Helvetia Fondazione Örtli, sono ottenibili da subito presso l’Ufficio Turistico Bellinzona (tel. 091 825 48 18), sul sito ticketcorner.ch e presso tutti i punti vendita Ticketcorner.


Promotori

Teatro Sociale di Bellinzona
Piazza Governo 11
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 820 24 44
www.teatrosociale.ch
info@teatrosociale.ch