Gaia gaudi

Gaia Gaudi | Gardi Hutter

LuganoInScena

Per fortuna moriamo. Altrimenti sulla terra regnerebbe una calca tremenda. Non si troverebbe uno spazio libero. Per avere un posto a teatro si dovrebbe riservare anni prima. La morte crea spazio. Spazio per la prossima generazione. È morendo che la vita rinasce.
Gardi Hutter, alias Hanna, ha esperienza nel morire: in sette spettacoli su otto muore nel finale, ma non rinuncia agli applausi e si rialza subito. La morte clownesca permette di ridere sul trapasso – il riso originario, quello inventato dall’uomo per rappacificarsi con la propria fine.

Nello spettacolo Gaia Gaudi Hanna è morta sin dall’inizio. Il pubblico lo sa, Hanna invece no. Lei non si lascia di certo sopraffare da una cosa così banale. Continua il suo viaggio nell’aldilà, tra strambi strumenti musicali, danze metamorfiche e immagini dal sentore mitologico. Nel frattempo,
nell’aldiquà, il clamore della generazione successiva diviene sempre più forte.
La morte, come tutte le fini, è sempre anche un inizio, una nascita, un passaggio. Per i credenti verso un altro mondo, per gli scienziati verso un’altra dimensione e per i teatranti verso un’altra fantasia.
La storia è raccontata da una clownessa, una cantante, una danzatrice ed un percussionista e le sorprese non mancheranno, proprio come accade nella vita reale.
Per la prima volta sul palco con Gardi Hutter anche i figli Neda e Juri Cainero e la nuora Beatriz Navarro.

Spettacolo consigliato a partire dagli 8 anni.



Informazioni extra

Prevendita Online

Informazioni e prevendite:
Biglietteria LAC
+41 (0)58 866 42 22

Ma - Do: 10:00 – 18:00 (telefoni attivi dalle 12:00)
Lunedì chiuso
Nei giorni con spettacoli serali in programma la chiusura del centro culturale è prevista mezz’ora dopo la fine della rappresentazione


di e con Gardi Hutter, Neda Cainero, Beatriz Navarro, Juri Cainero
regia e coautore Michael Vogel (Dir. artistico Familie Flöz)
composizioni Juri Cainero, Neda Cainero
coreografia Beatriz Navarro
assistente alla regia Heleen Klooker
sarta Vale Rinaldi (Bal val arte nomade)
oggetti scenici Mafalda Camara, Beatrice Hutter, Elena Bisignani
costruzioni Thomas Fri Freydl
coproduzione LuganoInScena, Theater am Hechtplatz Zürich, Theaterhaus Stuttgart


Promotori

LuganoInScena
Piazza Bernardino Luini 6
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 866 42 22
www.luganoinscena.ch
info@luganoinscena.ch
Contatto: LAC Lugano Arte e Cultura