I

6318414357 e4e16030c8 b

Partire con un treno ... tornare con Facebook

Chi è stato migrante non può eliminare le esperienze che ha vissuto. La memoria è una sorta di racconto che serve per fare un po’ di ordine dentro di sé, ma può servire anche agli altri. Lo scrittore raccogliendo le sue memorie, ha voluto esternarle, per poter condividere la sua esperienza con altre persone che hanno vissuto la stessa situazione.

L' autore si chiede come sia possibile che un popolo che è stato migrante fino apoco tempo fa, confrontato con altri flussi migratori, non sia in grado di capire  le motivazioni e le sofferenze vissute. Le persone che con fatica o fortuna sono riuscite a cavarsela  nell'emigrazione  trovano conveniente crearsi una nuova identità rimuovendo il passato. D’altronde, chi arriva oggi in Europa appare molto diverso da come erano gli migranti di una volta. In Europa per essere accettati dagli altri si deve mostrare il più possibile che si è adattati al paese che ti ospita.

Jean Jacques Marchand discuterà del tema alla presenza dell'autore Pippo Bellone.

Invito


Jean Jacques Marchand: ricercatore e professore di letteratura all'Univeristà di Losanna, è nel Consiglio di Fondazione del Dizionario storico della Svizzera ed è esperto di letteratura dell' emigrazione italiana nel mondo.

Pippo Bellone: nasce a Sambuca in Sicilia, emigra da ragazzo alla fine degli anni'60 nel Locarnese. Dopo le scuole lavora quale parruchhiere, si sposa e rientra in Italia dove fonda l'associazione culturale e casa editrice AmicoLibro.  

Immagine: flickr.com -  da Maurizio Boi


Promotori

Città di Locarno
Piazza Grande 18
6600 Locarno
Tel. +41 (0)91 756 31 11
www.locarno.ch
citta@locarno.ch
Fax. +41 (0)91 751 11 77