dom 14.10.18

11:15

dom 14.10.18

14:15

dom 14.10.18

17:15

dom 14.10.18

20:30
Diritti umani

dom 14.10.18

11:15

dom 14.10.18

14:15

dom 14.10.18

17:15

dom 14.10.18

20:30

Film Festival dei Diritti Umani 2018

Giorno 6 - 5a Edizione

La quinta edizione del Film Festival Diritti Umani Lugano si propone al pubblico del Cantone con un’offerta cinematografica più ampia con un occhio al territorio e uno all’internazionalità: 33 film, di cui 16 sono le prime svizzere e 6 i film svizzeri fra produzioni e coproduzioni. Un focus primario: il 70° anniversario della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.

11.15 - Prima svizzera: Alicia
Maasja Ooms | Olanda | 2017 | 90 min | olandese | sottotitoli ital.+ engl.

Alicia ha un anno quando viene portata via dalla sua casa. A cinque, tramite una famiglia affidataria, viene collocata in una casa di cura per bambini. Dopo quattro anni, la ragazza è ancora lì, in attesa di trovare una nuova famiglia. Ed è proprio da qui che inizia il documentario Alicia. Per tre anni il film segue, la ragazza nella sua quotidianità, con immagini ravvicinate che rendono palpabili i suoi desideri e il suo senso di impotenza e mancanza di prospettiva per il futuro. Un film toccante su un tema universale: il nostro bisogno di amore.

Segue approfondimento: Il diritto a non essere lasciati soli
Intervengono: Paolo Peduzzi, pediatra, Immacolata Iglio, avvocata, Modera: Andrea Ostinelli, giornalista

Dalle 9.30 colazione offerta

14.15 - Prima svizzera: Città Giardino
Marco Piccarreda | Italia | 2018 | 57 min | italiano | sottotitoli ita.+ eng.

Nell’assolata estate siciliana la “Città Giardino”, centro che accoglie gli immigrati minorenni non accompagnati, sta per essere smantellato. Solo sei adolescenti africani sono rimasti, bloccati nell’attesa disperata di un visto, che non arriverà mai, o di una direttiva sul trasferimento. I giorni si susseguono sempre uguali nell’inquietudine di una realtà sospesa. Sotto lo sguardo di un anziano guardiano incaricato alla loro supervisione, i ragazzi mangiano, dormono, scrutano il loro cellulare in una sorta di ritualità ipnotica… Un silenzio interiore che racconta di esperienze indelebili, fatto di impazienza, speranza, incertezza, e catturato con sguardo poetico dalla macchina da presa, alla ricerca di una autentica solidarietà. Migranti minorenni che giungono sulle coste dell’Italia senza genitori o parenti e che vengono accolti e seguiti da strutture protette.

Segue approfondimento: Vite sospese
Intervengono: Marco Piccaredda, regista del film, Cesare Salonia, educatore, Rebecca Simona, servizio In-Lav di Soccorso Operaio Svizzero
In collaborazione con Divisione prevenzione e sostegno Città di Lugano

A seguire: Tumaranké
Re-future Project | Italia | 2018 | 45 min | italiano, francese, arabo | sottotitoli ital.

Nella lingua bambara, Tumaranké definisce chi si mette in viaggio alla ricerca di un futuro migliore. Il progetto Re Future è un workshop di educazione all’immagine della durata di un anno, rivolto ai migranti minori non accompagnati e residenti a Siracusa. Sono loro i protagonisti e i realizzatori di questo film, girato quasi interamente con lo smartphone.

17.15 - Prima svizzera: My War is Not Over
Bruno Bigoni | Italia | 2017 | 52 min | italiano | sottotitoli engl.

Poco più che ventenne, nel 1944, il soldato semplice inglese Harry Shindler sbarcò ad Anzio e risalì l’Italia per combattere una guerra che lo rese adulto, segnando il resto della sua esistenza. Oggi, a 95 anni, Harry vive a San Benedetto del Tronto, è vedovo di una moglie italiana e ha un figlio a Roma, conserva una grande energia e trascorre le sue giornate di veterano facendo luce su casi e vicende irrisolte dell’avanzata alleata in Italia. È un “Cacciatore di memoria” affidabile ed esperto. 

Segue approfondimento: Cacciatore di memorie
Intervengono: Harry Shindler, protagonista del film, Bruno Bigoni, regista del film, Paolo Bernasconi, avvocato, professore emerito

20.30 - Prima svizzera: The State Against Mandela and the Others
Nicolas Champeaux | Gilles Porte | Francia | 2018 | 105 min | inglese | sottotitoli ita.

Un film incentrato sulle centinaia di ore di registrazioni audio fino ad ora inaccessibili, effettuate durante lo storico processo del 63 - 64 contro Mandela e i suoi compagni, esponenti dell' ANC. Alcuni frammenti di quell’audio, vengono fatti ascoltare oggi ad alcuni protagonisti presenti al processo; avvocati e compagni del leader anti Apartheid, che a loro volta ricordano e descrivono le fasi del processo. Un lavoro che propone per la prima volta testimonianze e discussioni esclusive, che restituiscono grande dignità non soltanto a Nelson Mandela ma anche a tutti coloro che hanno creduto e partecipato allora e nei decenni a venire alle lotte contro la discriminazione razziale.

Film di chiusura

Programma


Entrata

CHF 12.- singlolo prezzo intero
CHF 9.- singolo ridotto studenti e AVS

CHF 45.- x 5 proiezioni, prezzo intero
CHF 35.- x 5 proiezioni, ridotto studenti e AVS

CHF 150.- abbonamento festival, prezzo intero
CHF 90.- abbonamento festival, ridotto studenti e AVS


Promotori

Film Festival Diritti Umani Lugano
6900 Lugano
www.festivaldirittiumani.ch
info@festivaldirittiumani.ch