2375989488 4521a74bea o

Enrico Filippini a trent’anni dalla morte

Convegno

Il Convegno internazionale  intende valorizzare e divulgare l'opera di Enrico Filippini (Cevio, 1932 – Roma, 1988), uno dei pochi intellettuali di origine ticinese che nel secondo Novecento seppe interpretare la cultura percorrendo una via originale e significativa, al di là di steccati disciplinari e confini nazionali.

Gli interventi dei relatori toccheranno i vari ambiti della poliedrica attività di Enrico Filippini mettendo in luce il suo impegno nell'industria culturale, nell'editoria e nel giornalismo per un "rinnovamento delle coscienze". 

Negli anni sessanta Filippini fu un convinto promotore della letteratura sperimentale; una tappa cruciale che sarà oggetto delle relazioni su Filippini scrittore e co-fondatore del Gruppo 63, esperienza che riunì scrittrici e scrittori della neoavanguardia italiana (tra i tanti: Umberto Eco, Alice Ceresa, Nanni Balestrini, Amelia Rosselli). Le opere di Filippini furono importanti per il poeta Edoardo Sanguineti, con il quale Filippini intrattenne un fruttuoso rapporto di collaborazione e di amicizia, scoperto grazie alle carte dell'Archivio Filippini alla Biblioteca cantonale di Locarno.

Il Convegno sarà un'occasione per riscoprire la straordinaria carriera di Filippini al quotidiano "la Repubblica" di Eugenio Scalfari, con articoli e interviste che hanno fatto la storia del giornalismo italiano. A trent'anni dalla sua morte sarà dunque un'opportunità irripetibile per conoscere l'intellettuale ticinese, uno tra i più acuti interpreti dei cambiamenti culturali del secondo Novecento.

Locandina


Informazioni extra

Organizzatori
Professore: Sandro Bianconi
Professore: Massimo Danzi
Dottore Marino Fuchs

Maggiori informazioni


Immagine: Flickr.com - Bigo Fotografien


Promotori

Biblioteca Cantonale Locarno
Via Cappuccini 12
6600 Locarno
Tel. +41 (0)91 759 75 80
www.sbt.ti.ch/bclo
bclo-segr.sbt@ti.ch