I

sab 01.12.18

18:00
16047250615 82f6187f0f k

sab 01.12.18

18:00

Michal Libera

Sabato 1° dicembre alle 18.00, ospite Michal Libera e con la sua esecuzione sonora dal titolo LetheOpera Buffa Acusmatica, a cura di Alessandro FacchiniLethe è un opera acusmatica basata su registrazioni avvenute esclusivamente a Napoli, ed intarsiate con la musica di Luciano Cilio, compositore napoletano scomparso prematuramente. 

La città stessa è il luogo in cui all'inizio del XVIII secolo nacque l'opera buffa, che preferiva i dialetti locali alla lingua ufficiale, gli eroi mondani e i crimini agli dei e ai miti, le voci vere al canto operistico. Tutte queste caratteristiche costituiscono ancora l'atmosfera della città, la quale sembra essere un'opera a sé stante. Essere a Napoli significa in effetti essere circondati da recitativi e arie, o piuttosto da una miscela unica di entrambi. Il dialetto locale, con il suo fraseggio e le sue intonazioni, trasforma le quotidiane liti pubbliche e chiamate in gesti musicali che puntano direttamente al cuore di un'opera, un paesaggio di personaggi, come disse Robert Ashley

La struttura concettuale e strutturale di Lethe è direttamente ispirata dalla topografia del purgatorio, spesso rappresentato come una montagna sottomarina che si staglia direttamente dal mare verso il paradiso. Non sorprende pertanto che i Campi Flegrei, il terreno su cui si trova la città di Napoli, siano stati a lungo considerati il luogo del purgatorio. Al contrario di quanto affermano le credenze locali, per cui il purgatorio è alla fine uno stato transitorio, le anime dei morti anonimi rimangono però lì per sempre a commerciare con i vivi. Ed è forse questo commercio che spiega come mai così tante chiamate esplose nell'aria restano lì, senza risposta. O forse in realtà i morti hanno risposto, rimanendo tuttavia inaudibili.


Informazioni extra

Maggiori informazioni oppure contattare il seguente indirizzo e-mail.


Michal Libera, sociologo, lavora nell’ambito musicale prevalentemente come saggista sonoro, produttore, curatore e scrittore. Oltre che gestire l'etichetta pop concettuale Populista dedicata alla mis- e sovra-interpretazione della musica, Libera sperimenta con varie narrazioni sonore, tra cui musica su nastro, installazioni e opere. Collabora con Rinus van Alebeek, Apartment House, Hilary Jeffery, Martin Küchen, Barbara Kinga Majewska, Ralf Meinz, e altri. Vive tra Varsavia e Napoli. 

Immagine: Flickr.com - Alan Lavine


Promotori

Associazione grande velocità
Via Livio 16
6830 Chiasso
Contatto: c/o Spazio Lampo