Immagine

Presentazione dei libri di Vega Tescari

In questo suo primo, notevole libro Vega Tescari convoca in una zona comune di silenzio e di ombra una scrittrice prestata alla regia, un artista-poeta, un fotografo estatico. Marguerite Duras, Claudio Parmiggiani e Luigi Ghirri si trovano a dialogare a distanza in spazi che sembrano immobili ma non lo sono e respirano nel loro slittamento, in quel minimo sisma che unisce le loro poetiche. Tutti e tre nella loro diversità appartengono alla sospensione, ma anche all’alterazione. Sono, come indica il titolo, En suspens, e in ognuno, sotto-pelle, si muovono le domande sul ritmo delle nostre attese, su quello delle nostre memorie. (Dalla prefazione di Antonella Anedda En suspens. Scenari di tempo)

In certi mesi dell’anno, se il tempo è favorevole e l’ora giusta, atterrando all’aeroporto di Malpensa si può ammirare per qualche istante un fenomeno particolare: il cielo, da cui si proviene e che ancora si scorge dai finestrini come se fosse tutto attorno all’aereo, si riflette ora negli specchi immobili e multipli delle risaie. Risaie come specchi, ma anche come pagine appaiate e distinte in cui quel cielo precipita e si trasforma. E quel frammento di cielo, specchiato e moltiplicato per decine e decine di volte, ha una lucentezza persino superiore al cielo vero e proprio, e insieme produce su chi lo guarda un ammirato senso di spaesamento. Tutto è perfettamente riconoscibile, eppure tutto è lievemente estraneo, lievemente vertiginoso. Qualcosa di non dissimile avviene al lettore che si accosta alle pagine di Vega Tescari: pagine intense, nitide e leggermente spiazzanti (…). (Dalla postfazione di Fabio PusterlaCome)

Invito


Informazioni extra

L'evento si terrà in Aula A-13.


Vega Tescari
Docente all’Accademia di architettura dell’USI (ISA – Istituto di storia e teoria dell’arte e dell’architettura) dove tiene corsi di storia e teoria della fotografia e di letteratura comparata. Ha conseguito il dottorato di ricerca all’USI. È stata borsista postdoc del Fondo nazionale svizzero per la ricerca scientifica (FNS) al Kunsthistorisches Institut di Firenze (KHI, Max-Planck Institut) ed è membro di IAWIS/AIERTI (International Association of Word and Image Studies). Si è occupata di traduzione poetica e svolge attività di ricerca nell'ambito delle relazioni tra arti visive, letteratura e filosofia, con una particolare attenzione agli orizzonti della temporalità e della spazialità.


Promotori

Istituto di Studi Italiani (USI)
Via Lambertenghi 10A
6900 Lugano
Tel. +41 (0)58 666 48 26
www.isi.com.usi.ch
isi.com@usi.ch