Shanghai 1484452 1280

Dalla Via della Seta alla BRI (Belt and Road Initiative)

L’immane progetto di Xi Jinping per rilanciare il Beijing Consensus

Dialogo con Mario Tettamanti

Xi Jinping, nel 2013, ha deciso che il suo nome e il suo operato avrebbero dovuto passare alla storia. Ha così ideato e gettato le fondamenta per un’iniziativa ciclopica centrata sulla Cina con diramazioni internazionali. L’iniziativa in questione rivisita, ampliandola a dismisura, la cosiddetta Via della Seta creata per facilitare il commercio di seta, porcellana e tè con il continente europeo. Politica, economia, finanza, ingegneria, storia, si mischiano in quella che viene definita la Nuova via della Seta che per l’occasione è stata ribattezzata BRI: Belt and Road Initiative.

Nel corso della serata verrà presentato il libro dal titolo: China’s Belt and Road, the Initiative and its financial focus scritto a sei mani da Mario Tettamanti e due avvocati (uno cinese e l’altro italiano) che vivono e lavorano in Cina. Sulla moderna Via della Seta gli scritti si sprecano. L’elemento innovativo, perché poco trattato, di questo libro consiste nel capitolo sul finanziamento privato di questa grande opera attraverso il mercato internazionale dei capitali.

Locandina


Mario Tettamanti
Economista ticinese (PhD all’Università di Neuchâtel), già bancario, giornalista e migrante a Pechino dove ha vissuto e lavorato per più di sette anni e dove ha fondato e registrato una sua società attiva in ambito commerciale. I suoi clienti sono, anzi erano, piccole e medie aziende europee interessate a vendere, acquistare, registrare prodotti ed accasarsi in Cina. Nel corso della sua vita lavorativa nel Paese di Mezzo si è dilettato anche nella scrittura: un romanzo di spie ambientato a Pechino e un volume in inglese sulla Belt and Road Initiative.


Promotori

Associazione Culturale TICINO-CINA
Via al Chioso 11
6900 Lugano
http://www.ticinocina.ch/
associazione.ticinocina@gmail.com