I

sab 16.03.19

11:00 - 12:00
Picture.

sab 16.03.19

11:00 - 12:00

Il Sacro del Ticino

Presentazione del libro di Salvatore Maria Fares e Stefano Zuffi, Ed. Skira

Una pubblicazione illustrativa di Arte e Storia dei nostri beni culturali più elevati patrocinata dal Consiglio di Stato del Cantone Ticino, Dipartimento del Territorio e dalla Città di Lugano.

Il libro "Il Sacro nel Ticino" si propone far riscoprire e valorizzare un grande patrimonio di tradizioni, cultura e arte presente sul territorio cantonale. L'invito a ripercorrere le strade del Ticino alla ricerca dell'architettura e dell'arte sacra è certamente una proposta soprattutto culturale stimolante e anche il mezzo per ritrovare le radici storiche di un’identità locale, pertinente all'intero Cantone, ai comprensori, alle comunità anche più disperse e apparentemente isolate. Dall'epoca paleocristiana del Battistero di Riva San Vitale, fino alle recenti chiese costruite da Mario Botta e Giampiero Camponovo, abbiamo una storia più che millenaria, contrassegnata da momenti e monumenti di grande bellezza e di profondo significato nella vicenda spirituale e umana delle nostre terre. Nelle chiese gli affreschi, le pale d’altare e le tele sono pregevoli.La realizzazione di una “guida” dedicata al "Sacro", organizzata sotto forma di pratici itinerari, è prima di tutto uno strumento dedicato ai Ticinesi, per suggerire mete e vie vicine a casa ma spesso sottovalutate o addirittura dimenticate; il volume offre poi utili indicazioni per i turisti (soprattutto svizzeri e italiani) che vogliano conoscere in modo nuovo e agevole le principali gemme architettoniche e pittoriche del Canton Ticino. L'iniziativa editoriale è infatti concepita nello spirito di offrire uno stimolo alla conoscenza del territorio da parte di chi vi abita, e nello stesso tempo un invito alla gita o al viaggio per persone che vivono altrove. Accanto alle sue celebri bellezze naturali e alle località più note, infatti, il Canton Ticino può e deve proporsi come meta accattivante per un turismo culturale attento, non casuale. Il Sacro dell’Arte, di cui questa terra è così ricca, è forse il veicolo più adatto e più potente per farlo. 


Informazioni extra

Ingresso libero e gratuito


Promotori

Salvatore Maria Fares
6900 Lugano