Dante 2199139 1920

Appuntamenti Danteschi 2019

Pressoché infiniti sono i percorsi suggeriti dalla Divina Commedia. La Società Dante Alighieri, propone un ciclo di tre conferenze, in collaborazione con l’Istituto di Studi Italiani dell’USI e il Liceo cantonale Lugano1.

 

Programma:

Lunedì 18 marzo
Il viaggio dell’autore e del testo nella Commedia dantesca
Il Professor Stefano Prandi, Direttore ISI, affronterà la metafora del viaggio, che nel poema riassume il percorso umano terreno come esperienza verso una salvezza collettiva.

Giovedì 4 aprile
La predicazione religiosa ai tempi di Dante
La ricercatrice ISI Francesca Galli, che farà comprendere perché Dante tanto rimprovera i brillanti predicatori della sua epoca, troppo inclini a sagaci invenzioni e a suscitare il riso.

Giovedì 9 maggio
Dante e l’Europa
Il noto filologo Corrado Bologna, dimostrerà come Dante parli ancora all'Europa, anche a quella del Novecento, attraversata dalle grandi tragedie dei lager nazisti, dei gulag e della prima guerra mondiale; lo farà accostando il sommo poeta ad autori come Primo Levi, Osip Mandel'štam, Ezra Pound e T. S. Eliot.


Relatori

Stefano Prandi
Dal 2001 è stato titolare della Cattedra di Letteratura italiana all’Università di Berna; dal 2017 è direttore dell'Istituto di Studi Italiani presso L’università della Svizzera Italiana. I suoi studi si concentrano su tre momenti della storia letteraria: Medioevo, Umanesimo-Rinascimento e Novecento. In ambito medievale si è occupato in particolare di Dante e Petrarca. È autore di un’estesa bibliografia di argomento rinascimentale, dedicata specialmente al Tasso. Tra i temi di teoria letteraria ha indagato il rapporto tra genere e tradizione e le implicazioni filologiche della ricezione del testo, in particolare per quanto riguarda i Dialoghi del Tasso. Si è inoltre occupato della poesia del Novecento, con saggi su vari autori, tra cui Alfonso Gatto e Luciano Erba. Particolare importanza nella sua produzione scientifica riveste l’attività del commento: dalla Commedia di Dante al Galateo di Giovanni Della Casa, a Castiglione, alla poesia religiosa del Cinquecento e a Campanella. Con Corrado Bologna e Fabio Pusterla ha curato il volume Tutti riceviamo un dono. Testi per festeggiare i dieci anni dell'Istituto di studi italiani (2018).

Francesca Galli
Si è addottorata presso l’Università della Svizzera italiana, sotto la guida di Corrado Bologna, con una tesi dedicata al De luce di Bartolomeo da Bologna. Grazie ad una borsa post-doc finanziata dal premio Balzan 2016 (assegnato al Prof. Piero Boitani per la Letteratura comparata) ha continuato ad approfondire il rapporto fra predicazione e scienza nel XIII sec., partecipando anche ai lavori del gruppo di ricerca internazionale Ordered Universe. Da dicembre 2018 collabora al progetto in Digital Humanities In codice ratio, promosso dal Dipartimento di ingegneria informatica dell’Università Roma Tre. I suoi interessi di ricerca riguardano principalmente l’ottica e la ‘metafisica della luce’ nel Medioevo, la predicazione degli ordini mendicanti, il rapporto fra scienza e letteratura, le relazioni fra testo e immagini; su questi temi ha pubblicato alcuni contributi.

Corrado Bologna
Ha insegnato nelle Università di Ginevra, di Chieti, di Roma La Sapienza. È attualmente Ordinario di Filologia romanza presso l’Università di Roma Tre. Studioso della prima lirica trobadorica, dell’influenza che essa ha esercitato sulla poesia antico-italiana e in lingua d´oil, e delle sue relazioni con la letteratura latina e mediolatina, si è inoltre occupato del ruolo svolto dalla cultura degli Ordini mendicanti nella formazione della cultura laica in età comunale e della predicazione medioevale. Studioso della prosa italiana fra Due e del Trecento, nonché di vari aspetti dell’opera di Cavalcanti, di Dante, di Petrarca, dell’Ariosto, di Guicciardini, di Manzoni e di Gadda. Ha curato le raccolte di saggi di Karl Kerényi, Nel labirinto (1983), e l’edizione italiana dell’opera di Jean Starobinski, Ritratto dell’artista da saltimbanco (1984). Ha riproposto, corredati da saggi introduttivi, i volumi: Vita di Don Chisciotte e Sancio Panza, di Miguel de Unamuno (2005), L’armonia del mondo, di Leo Spitzer (2006), e Il libro dell’inquietudine, di Fernando Pessoa (2012).

In collaborazione con Istituto Studi Italiani e Liceo Cantonale Lugano 1.


Promotori

Società Dante Alighieri della Svizzera Italiana
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 646 74 00
www.dantealighierilugano.ch
info@dantealighierilugano.ch