Architettura

Il fondo degli Albertolli di Bedano

Ornato e architettura nell’Italia neoclassica (secoli XVIII-XIX)

Il volume, curato da Carlo Agliati, Paola Cordera e Giuliana Ricci, con contributi di numerosi studiosi specialisti di materia, costituisce un ulteriore tassello della collana editoriale dedicata ai fondi d’arte e d’architettura conservati nell’Archivio di Stato del Cantone Ticino, con la quale si intende offrire ad un pubblico allargato la fruibilità dei preziosi materiali archivistici legati alla stagione dell’emigrazione artistica dei ticinesi nelle contrade d’Europa. Tra questi fondi, quello degli Albertolli: il volume ne descrive i contenuti, ricostruendo l’attività di questa famiglia di mastri costruttori originari del villaggio di Bedano nella valle del Vedeggio, specializzati nell’ornamento a stucco di grandi palazzi nobiliari e del potere politico, dapprima in Val d’Aosta, in seguito a Parma, Firenze e soprattutto Milano. Nella capitale lombarda il più celebre esponente del “clan” familiare, il grande Giocondo Albertolli (1742-1839), apprezzato architetto, ricoprì a lungo il ruolo di professore nell’Accademia di Belle Arti di Brera, orientando il “buon gusto ornamentale” di intere generazioni d’artisti.

Possibilità di ordinazione del volume online (vedi locandina).

Locandina


Informazioni extra

Maggiori informazioni


Immagine: Flickr.com - image_less_ordinary


Promotori

Archivio di Stato del Canton Ticino
Viale S. Franscini 30a
6500 Bellinzona
Tel. +41 (0)91 814 13 20
www.ti.ch/archivio