Immagine

Musica Dipinta

Quest'anno gli storici dell’arte Edoardo Agustoni e Ivano Proserpi presenteranno un dipinto appartenente alla quadreria del convento, datato agli ultimi anni del XVII secolo, raffigurante La morte di san Giuseppe e attribuito al pittore di origine varesina Federico Bianchi (1635 -1706), quest’ultimo attivo a Milano e dintorni come pure in diverse località sulle sponde del Lago d’Orta. Di piccolo formato e destinata alla devozione privata, la tela testimonia del costante riferimento del Bianchi alla grande pittura lombarda del primo Seicento e alla tradizione accademica, con timide aperture verso le istanze barocchette di fine secolo e del primo Settecento. È in questa superba cornice artistica che si inserisce la musica d’organo. Come in tutte le chiese più antiche e più importanti, anche in quella del Convento del Bigorio, l’organo è lo strumento che interpreta la voce di Dio.

Già in tempi antichissimi, infatti, questo era lo strumento deputato ad accompagnare i brani liturgici. Oggi, dopo secoli di evoluzione, l’organo è tornato ad essere utilizzato anche per le musiche non religiose, quale affascinante esecutore della musica classica e tutti coloro che sabato 30 marzo assisteranno all’evento Musica dipinta, avranno il piacere di ascoltare quest'evocativo strumento suonato da Andrea Pedrazzini, un organista di assoluto prestigio. Classe 1992, Pedrazzini vede nascere la passione per questo strumento a nove anni, quando, da autodidatta, inizia ad accompagnare le celebrazioni liturgiche presso il Santuario della Madonna del Sasso di Orselina. A settembre 2017 comincia un percorso di studio presso il Conservatorio di Lugano con il maestro Molardi frequentando il Master in Performance in organo. Organista presso la Collegiata di Locarno e la Parrocchiale di Brione s. Minusio, all’attività formativa affianca quella professionale quale contabile federale e docente di musica presso il Liceo cantonale di Lugano 2.

Invito


Informazioni extra

Maggiori informazioni


Promotori

Associazione Amici del Bigorio
6954 Sala Capriasca
www.bigorio.ch
bigorio@cappuccini.ch