I

gio 04.04.19

Tutto il giorno
2. mastelletta

gio 04.04.19

Tutto il giorno

L'acqua e le sue forme

Inaugurazione

Sarà possibile ammirare le opere seicentesche di tre pittori molto interessanti: Andrea Donducci, Niccolò Codazzi e Antonio Travi.

L’acqua non è interpretata dai pittori nelle opere esposte solo come puro elemento estetico che, attraverso la sua trasparente luminosità, allieta la natura, e i dipinti che la rappresentano, conferendole gaiezza. Piuttosto essa è colta nella sua funzione fisica, cioè come elemento vitale, e da qui come elemento metafisico, ossia come sostegno e sostanza della vita, al modo con cui ad esempio l’aveva interpretata il primo filosofo di tutti i tempi, Talete.

Nel Lavatoio di Niccolò Codazzi (Napoli 1642-Genova 1693) l’acqua è quella della purificazione materiale, umile e quotidiana, usata con fatica ed energia nell’interminabile lavoro di pulizia del mondo. Nel Battesimo di Costantino invece l’acqua diventa sacra, simbolica, capace di lavare le macchie del peccato e purificare l’anima. Infine, nel Baccanale la stessa acqua diventa fonte di vita, elemento di rinnovamento della natura in primavera.

Nella magnifica tela di Andrea Donducci detto Il Mastelletta (Bologna 1575-1655) l’acqua è invece occasione di svago: durante una Festa campestre in riva a un fiume decine di persone sulle barche si lasciano cullare dalle onde del fiume, mentre chiacchierano, cantano e si riposano.

Infine Antonio Travi (Genova 1608-1665) regala uno scorcio di paesaggio marino ligure, colto nelle cristalline luci dell’alba, mentre un gruppo di pescatori torna a riva dopo la pesca notturna.


Informazioni extra

Tel.:+41 (0)91 682 89 80 info@galleriacanesso.ch


Lista delle opere 

1) Niccolò Codazzi (Napoli, 1642–Genova, 1693) Il Battesimo di Costantino; Il Lavatoio; Baccanale, 3 olii su tela, 144 x 114,3 cm ciascuno
2) Giovanni Andrea Donducci, detto Il Mastelletta (Bologna, 1575-1655), Festa lungo il fiume, olio su tela, 99 x 120 cm
3) Antonio Travi (Sestri Ponente, 1608-Genova, 1665), Paesaggio costiero, olio su tela, 52,5 x 86 cm
4) Giuseppe Bernardino Bison (Palmanova, 1762-Milano, 1844), Venezia, veduta dell’isola di San Secondo con una gondola, olio su tela, 19,7 x 28 cm
5) Paul Bril (Anversa, 1554-Roma, 1626), Paesaggio, olio su rame, 10 cm di diametro
6) Giorgio Giacoboni (Piacenza, 1716-Venezia, 1777), Pescatore che svuota una cesta, olio su rame, 31 x 26 cm


Promotori

Galleria Canesso
Piazza Riforma 2
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 682 89 80
www.galleriacanesso.ch
info@galleriacanesso.ch