I

Book 283251  340

Bevitori, vagabondi e dissolute in istituto per una rieducazione

L’internamento amministrativo in Ticino (1900-1981)

Fino all'inizio degli anni Ottanta donne e uomini dal comportamento e dallo stile di vita in conflitto con le norme sociali venivano internati in istituto dalle autorità cantonali allo scopo di essere rieducati moralmente e al lavoro.

Il fenomeno sarà esplorato nel corso della serata attraverso dei contributi sul quadro legale in vigore e sul principale istituto d’internamento ticinese - la Casa per intemperanti La Valletta di Mendrisio -, sul percorso di vita delle persone coinvolte e sul ruolo dell’Archivio di Stato per la conservazione della memoria storica di questa pagina del passato ticinese e svizzero.

Seguirà una discussione con il pubblico.

Evento per tutti.


Informazioni extra

Maggiori informazioni 


Interventi:
Loretta Seglias (membro CPI/storica) 
Marco Poncioni (Archivio di Stato del Cantone Ticino) 
Vanessa Bignasca (collaboratrice scientifica CPI)
Marco Nardone (collaboratore scientifico CPI) 
Viviana Gnesa (Archivio di Stato del Cantone Ticino)
Moderatrice:
Simonetta Caratti (giornalista La Regione)

Immagine: Pixabay.com


Promotori

CPI - Commissione Peritale Indipendente
3000 Berna
Tel. +41 (0)58 463 31 16
uek-administrative-versorgungen.ch