I

Ph luca mercalli

La crisi climatica è rapida, la politica ambientale è lenta

La crisi ambientale emerge con fenomeni come il riscaldamento globale, le siccità, le tempeste, la riduzione dei suoli fertili, la cementificazione, la deforestazione, l’inquinamento, la perdita di biodiversità che prelude alla sesta estinzione di massa. Essa è causata dall’attività di otto miliardi di umani intenti a scavare, tagliare, spaccare, catturare, bruciare e imbrattare il pianeta. L’accelerazione del degrado ambientale dal secondo Dopoguerra ha dato il nome alla nuova epoca geologica, l’antropocene. Per ridurre il rischio di consegnare a figli e nipoti una Terra invivibile, urge una transizione verso la sostenibilità che investa case, città, industrie, trasporti, vita quotidiana: efficienza energetica, abbattimento degli sprechi e riciclo, energie rinnovabili, riduzione dei consumi d’acqua, economia circolare e sobrietà. Il tempo è poco; bisogna scegliere ora.

Introduce Stefano Vassere, Direttore delle biblioteche cantonali
Relatore Luca Mercalli, Società Meteorologica Italiana
Modera Marco Gaia, Centro regionale sud di MeteoSvizzera

Invito


Informazioni extra

L'evento si terrà presso la Sala Tami.


Luca Mercalli (Torino, 1966), climatologo, direttore della rivista “Nimbus”, presiede la Società Meteorologica Italiana, fondata nel 1865. Si occupa di climi e ghiacciai, insegna sostenibilità ambientale in scuole e università. Vive in una casa a energia solare, viaggia in auto elettrica e coltiva l’orto. È consulente dell’Unione Europea e consigliere scientifico dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Roma). Per la RAI ha lavorato a “Che tempo che fa”, “Scala Mercalli” e “TGMontagne” e collabora con Rainews. Ha al suo attivo parecchi libri, migliaia di articoli e duemila conferenze.

In collaborazione con Club Plinio Verda


Promotori

Biblioteca Cantonale Lugano
Viale Carlo Cattaneo 6
6900 Lugano
Tel. +41 (0)91 815 46 11
www.sbt.ti.ch/bclu
bclu-segr.sbt@ti.ch