I

sab 15.06.19 - dom 14.07.19

Tutto il giorno
Spazio lampo

sab 15.06.19 - dom 14.07.19

Tutto il giorno

FM FMottini e FMartins

L’incontro artistico tra gli artisti Flora Mottini e Filipe Martins. FM modulazione di frequenza delle trasmissioni utilizzate per trasmettere informazioni. Una frequenza che è un’onda, una perturbazione che si propaga trasportando energia. Allo Spazio Lampo, questa energia si sviluppa su superfici vibranti, interagendo ed espandendosi sulla materia. Una mostra che si sviluppa tra deviazioni di colori, ambiguità e le tensioni di queste interazioni. Lo si propone attraverso un'arte protocollare e concettuale, legata all’interesse per il processo creativo meccanico e alla necessità di una manualità più libera. 

Come una frequenza, dialogano sinuosamente tra alti e bassi, tra il selvaggio e il controllo, tra flusso e pazienza, tra minuzia e rottura. Un incontro che consente una sorta di doppia percezione, tra linguaggi differenti in un senso, ma tuttavia attivi in un‘intesa mentale, fisica e visiva. Lo Spazio Lampo si tinge di colori riflessi, divenendo uno spazio ottico in cui muoversi per vivere le opere nell’interezza dei loro colori. Un progetto espositivo che vuole dare uno sguardo differente alla grafica, verso ricerche e dimensioni più pittoriche e malleabili.

Flora Mottini (*1985) vive e lavora a Ginevra.
Le sue pitture si articolano intorno alla nozione d’informe e indefinito, cercando di evitare possibili definizioni. Il soggetto è la pittura stessa, che si lascia dirigere dal processo attraverso il quale viene prodotta, tuttavia, senza dissociarsi dalla forma. Qui propone un lavoro orientato verso un'estetica più figurativa, pur mantenendo al centro della ricerca il processo creativo.

Filipe Martins (*1990), vive e lavora a Losanna.
Lavora come grafico, ma nonostante questo, porta avanti una ricerca legata all’arte minimale e ottica. Si situa tra un approccio più protocollare riconducibile all’arte concettuale e minimalista, ma anche legata all’OpArt e alla fotografia. La pittura viene veicolata, dalle situazioni e dagli strumenti, un po’ come accade nella fotografia in cui la luce colpisce il supporto fotosensibile. Agisce un gesto neutro e minimale, monodirezionali o segmentati, interessandosi dell’assenza di contatto tra autore e supporto. Qui esce dalla zona sicura, affrontando le grandi dimensioni e interagendo direttamente con la vetrina e ciò che vi annesso: il passante, la luce, il riflesso.


Informazioni extra

Evento a cura di Carolina Sanchez.

su appuntamento o sbircia in vetrina.



Promotori

Spazio Lampo
Via Livio 16
6830 Chiasso
Tel. +41 (0)76 679 80 04
http://spaziolampo.tumblr.com/
spaziocondivisochiasso@gmail.com