ven 30.08.19

21:30
06 la semplicita ingannata a lessandro sala cesuralab

ven 30.08.19

21:30

Il Festival internazionale di Arzo

La semplicità ingannata

Cos’è, oggi, il femminismo? Un pensiero superato? O un’esigenza ancora viva e necessaria?

Marta Cuscunà, artista e performer marchigiana, finalista del Premio Ubu 2016, dedica un progetto al recupero di figure femminili che, nella storia, hanno ripensato e scardinato i dogmi della cultura dominante.

Uno dei capitoli del progetto, La semplicità ingannata, è in scena ad Arzo, venerdì 30 agosto alle 21.30. Lo spettacolo è ambientato nel Cinquecento, nel monastero di Santa Chiara di Udine, e racconta la storia di un’antica resistenza femminile. Nel convento, secondo l’usanza del tempo, venivano costrette alla monacazione le figlie delle famiglie più importanti, escluse così da ogni aspetto politico e sociale. Un gruppo di monache, però, decide di reagire e trasformare il monastero in uno spazio di contestazione e di libertà di pensiero. Nello spettacolo la storia delle Clarisse diventa il trampolino per un discorso più profondo sul destino di generazioni di donne e sulla possibilità di farsi coro per cambiarlo.


Entrata

Prenotazione ed info: www.festivaldinarrazione.ch 


Informazioni extra

Per approfondire la riflessione, l’attrice insieme alla studiosa Francesca Medioli, curatrice di L'Inferno monacale di Arcangela Tarabotti, incontrerà il pubblico sabato 31 agosto, presso la Corte dei Miracoli.



Promotori

Festival Internazionale di Narrazione
Casella postale 284
6864 Arzo
www.festivaldinarrazione.ch
info@festivaldinarrazione.ch