ven 04.10.19 - dom 02.02.20

Tutto il giorno
Picture.

ven 04.10.19 - dom 02.02.20

Tutto il giorno

Koen Vanmechelen. The Worth of Life 1982-2019

Nella mostra “Koen Vanmechelen - The Worth of Life - 1982/2019”, a cura di Didi Bozzini, oltre sessantacinque lavori, realizzati tra il 1982 ed il 2019, ne raccontano l’articolato percorso artistico mettendo in evidenza gli aspetti più prettamente plastici dell’opera dell’artista, con un’attenzione particolare al suo carattere neo-barocco.

In effetti, l’immaginario di Vanmechelen, che ruota intorno alla figura della gallina quale simbolo incarnato dell’evoluzione bioculturale, si nutre di reiterazioni iconografiche e di accumulazioni semantiche, di metafore e di metamorfosi, di teatralità e di allegorie, per dare origine ad un universo visuale proteiforme e irregolare come una perla scaramazza, di fatto barocco. Un universo di possente impatto emotivo, attraversato in tutta la sua estensione, tanto dall’energia della vita quanto dall’esuberanza del gesto creativo, nel quale la sollecitazione dell’intelletto è in primo luogo effetto del coinvolgimento estetico e del fascino viscerale che la trasfigurazione di forme naturali in immagini chimeriche esercita sullo sguardo.

Maggiori informazioni


Entrata

Intero: CHF 10.- / Euro 10.-
Ridotto: CHF 7.- / Euro 7.- (Studenti con tessera, FAI Italia, FAI Swiss, OTIA, AVS/AI, gruppi)
Ingresso gratuito: Studenti e docenti USI-SUPSI, Amici dell’Accademia di architettura, tutti sotto i 18 anni e tutti gli studenti delle scuole del Cantone Ticino.


Informazioni extra

martedì / mercoledì / venerdì / sabato / domenica: ore 12.00-18.00 
giovedì: ore 14.00-20.00

Visite guidate nel programma aggiornato e su richiesta.

Maggiori informazioni su aperture e chiusure speciali


Artista belga di fama internazionale, scultore, pittore, performer, videoartista, studioso, oltre che attivista dei diritti umani, Koen Vanmechelen ha imperniato il proprio lavoro sulla relazione tra natura e cultura. In un percorso lungo quasi quarant’anni, l’artista ha affiancato progetti di ibridazione di animali o vegetali alla contaminazione delle arti figurative, dei materiali e degli strumenti espressivi, facendo della proliferazione formale nella complessità concettuale la cifra di una poetica tanto singolare quanto inconfondibile.

Mostra promossa da: Fondazione Teatro dell’architettura

Immagine fornita dal promotore


Promotori

Accademia di Architettura (USI)
Largo Bernasconi 2
6850 Mendrisio
Tel. +41 (0)58 666 50 00
www.arc.usi.ch
info.arc@usi.ch