Picture.

Lettura di un classico: la filosofia di Henri Bergson

Le due fonti della morale e della religione

Il nuovo ciclo di conferenze "Lettura di un classico", organizzato dalla Società Filosofica della Svizzera Italiana, è dedicato all'opera "Le due fonti della morale e della religione" di Henri Bergson, uno dei massimi filosofi del Novecento, premio Nobel per la letteratura nel 1927.

In quest'opera il filosofo francese si pone alcune domande, che ancora oggi ci fanno riflettere, su come dobbiamo intendere la morale e la religione: la morale è una serie di precetti che condizionano e disciplinano la vita dell'individuo dall'esterno o riguarda piuttosto l'interiorità stessa dell'uomo? 
Comporta una limitazione o, al contrario, un'espansione della nostra libertà? 
E la religione, riguarda solo la proiezione dell'individuo in un al di là dopo la morte o, al contrario, è una comprensione profonda della vita stessa nella sua creatività e nel suo incessante dinamismo? 

Maggiori informazioni


Informazioni extra

Il ciclo comprende tre serata, animate da membri del Comitato, che propongono una lettura commentata del testo di Bergson  e una conferenza finale di Rocco Ronchi, professore di Filosofia teoretica all’Università dell’Aquila, interverrà sul tema "Esorcizzare spettri. Mistica e filosofia in Henri Bergson".


Introduzione e Capitolo 1: "L'obbligazione morale" a cura di Virginio Pedroni
Capitolo II: "La religione statica" a cura di Tiziano Moretti
Capitolo III: "La religione dinamica" e Capitolo IV: “Osservazioni finali: meccanicismo e misticismo” a cura di Brenno Bernardi
Conferenza finale Rocco Ronchi, Università degli studi dell'Aquila

Immagine fornita dal promotore


Promotori

Società Filosofica della Svizzera Italiana
6900 Lugano
www.societafilosofica.ch
sfsi@bluewin.ch