Bookshop 1759619 1280

A 100 anni dalla nascita

Primo Levi

Ricorre quest‘anno il centenario dalla nascita di Primo Levi (31.07.1919 /11.4.1987) e per l‘occasione si desidera rendere omaggio a questo straordinario personaggio con una conferenza pubblica del prof. Fabio Levi L’intervento intende proporre un’immagine della figura e dell’opera di Primo Levi, testimone di Auschwitz, scrittore e uomo di pensiero capace di dialogare con le diverse generazioni del mondo di oggi.

Primo Levi partigiano antifascista, il 13 dicembre 1943 venne arrestato dai fascisti in Valle d'Aosta, venendo prima mandato in un campo di raccolta a Fossoli e, nel febbraio dell'anno successivo, deportato nel campo di concentramento di Auschwitz in quanto ebreo. Scampato al lager, tornò avventurosamente in Italia, dove si dedicò con impegno al compito di raccontare le  atrocità viste e subite. La sua opera più famosa, oltre che quella d'esordio, di genere memorialistico, Se questo è un uomo, racconta le sue terribili esperienze nel campo di sterminio nazista ed è considerato un classico della letteratura mondiale. Laureato in chimica, in alcune delle sue opere appaiono riferimenti diretti e indiretti a questa branca della scienza.

Fabio Levi insegna storia contemporanea all’Università di Torino ed è direttore del Centro Internazionale di Studi Primo Levi. Ha lavorato a lungo sulla storia degli ebrei dall’emancipazione fino allo sterminio e più in generale sulle vicende della società italiana nel Novecento. Il suo interesse per i risvolti sociopsicologici delle differenze fra gli individui lo ha anche portato a occuparsi della storia della condizione dei ciechi e lo ha reso

Locandina


Fabio Levi: Direttore del Centro Internazionale di Studi Primo Levi
A colloquio con il prof: Guido Predojetta 
Immagine: pixabay.com


Promotori

Bibliomedia Svizzera Italiana
Via Lepori 9
6710 Biasca
Tel. +41 (0)91 880 01 60
www.bibliomedia.ch
biasca@bibliomedia.ch