Piccole storie 4

Territorio, 26.05.17

Piccole Storie dell'Arte e del Canton Ticino

Il Museo in Erba presenta due divertenti mostre didattiche che coinvolgono attivamente i giovanissimi dai 4 ai 12 anni e le loro famiglie alla scoperta del Ticino dal passato al presente, attraverso un allestimento che privilegia l’idea di evoluzione dei modi di vivere, di fare e di dipingere. 

Primo percorso - C'era una volta... il Cantone Ticino

I bambini sono accolti dalle pagine della mostra interattiva voluta nel 2003 dalla città di Bellinzona per il Bicentenario dell’entrata del cantone Ticino nella Confederazione e i 125 di Bellinzona capitale stabile. L’intento è stato quello di rendere accessibile e di divulgare la storia del nostro cantone nel momento di una ricorrenza importante. 

Il percorsopresenta i principali avvenimenti degli ultimi duecento anni della nostra storia in modo divertente e originale per stimolare la curiosità e la voglia di sapere del pubblico. Naturalmente, sono valorizzati temi o vicende adatti a colpire la fantasia del pubblico infantile, ma che comunque fanno emergere alcune linee portanti della storia ticinese fino all’attualità: I romani nel TicinoL’epoca dei castelliLa nascita del Cantone1800 che confusione!Tutti a scuola!Grandi viaggiatoriLa galleria del GottardoAvanti con le stradeIl Ticino durante le guerre mondialiIl Ticino oggi. La scelta dei temi è stata fatta dal Professor Giuseppe Fossati.

L’esposizione si articola su dieci moduli a forma di libro gigante: giochi e manipolazioni sono disseminati lungo il percorso illustrato dai disegni dell’artista umoristico di talento, recentemente scomparso, Puig Rosado, che attirano l’attenzione dei visitatori, grandi e piccini. 

Una storia per i bambini, ma anche per i loro genitori, i nonni e i turisti, che propone la straordinaria trasformazione del Cantone Ticino in questi duecento anni senza dimenticare però il passato più lontano. 

Manipolando e giocando i bambini scoprono com’erano le scuole, le vie di comunicazione duecento anni fa, scoprono cosa si mangiava nel periodo delle guerre mondiali, quali erano le professioni dei migranti ticinesi e anche informazioni sul Ticino attuale.

Secondo percorso - Piccola Storia dell'arte nel Ticino

Dalle pagine del libro di storia si passa alle valige dei pittori: quattordici moduli presentano in una forma accattivante l’evoluzione dei modi e dei generi dell’arte del Cantone Ticino. La mostra, ideata nel 2001, è il primo percorso ludico e interattivo dedicato ad artisti ticinesi o legati al Ticino, scelti per proporre una delle tante possibili piccole storie (cioè destinate ai giovanissimi) dell’arte nel Ticino. Quattordici immagini – di quattordici artisti diversi – presentano l’evoluzione dei modi pittorici in un percorso di scoperta delle persone, del paesaggio e del carattere della nostra regione, partendo dal minuzioso realismo ingenuo del pittore di valle del XIX secolo per giungere alle raffinate sintesi figurative delle correnti moderne.

I bambini possono fare capolino dalla tela squarciata, come il personaggio nel dipinto di Rinaldi o trasformarsi in Mustafà, il simpatico fattorino dipinto da Foglia; vedere che effetto fa portare una gerla sulle spalle, come le contadine ritratte da Luigi Rossi, oppure soffermarsi davanti alla natura morta di Feragutti-Visconti per cercare alcuni dettagli ingranditi e scoprire che gustare a Natale l’uva, conservata dall’autunno, porta fortuna. E ancora: scoprire, ricostruendo il puzzle del suo quadro, come Massimo Cavalli, con pochi segni di colore diritti e alcuni a cerchio, veloci e forti, realizza un vaso di fiori, o come molti lavori di Fernando Bordoni siano nati dalle tracce di un pneumatico spalmato d’inchiostro e fatto rotolare su un foglio di carta… La scelta delle opere è stata fatta da Loredana Bianchi e Stella Nessi, del Comitato artistico e direttivo del Museo in erba, in collaborazione con la storica dell’arte Maria Will che ha curato le schede di approfondimento presentate nel catalogo. 

Locandina