Foto rsi

Territorio, 19.06.17

Concerti RSI 2017/18

Dal 5 ottobre 2017 al 26 maggio 2018 la RSI e l'OSI propongono un calendario ricco di appuntamenti:

10 concerti magistralmente eseguiti da interpreti di grosso calibro accompagnati dai maestri dell’Orchestra della Svizzera Italiana (LAC Lugano)

1 opera Così fan tutte, questa la novità, proposta in chiave semi-scenica

7 concerti sinfonici e da camera con i musicisti dell’Orchestra della Svizzera Italiana, eseguiti da 4 artisti che svolgeranno il duplice ruolo di direttore e solista, musicista da camera (Auditorium RSI – Lugano)

I concerti verranno diffusi in diretta radiofonica da RSI Rete Due e le serate all’Auditorium verranno offerte anche in versione web-streaming (www.rsi.ch/concertirsi)

OSI AL LAC

I 12 concerti dell’OSI nella Sala Teatro del LAC s’inaugurano il 5 ottobre con una prima mondiale e il duo Katia e Marielle Labèque diretto da Kristiina Poska: le due sorelle si esibiranno fra l’altro nella Prima esecuzione assoluta della versione per orchestra da camera del Concerto per due pianoforti di Philip Glass. Ospite gradito il 16 novembre, l’Orchestra sinfonica del Conservatorio della Svizzera italiana, per dare vita con l’OSI al vasto mondo spirituale della Nona Sinfonia di Mahler. Nel corso della stagione si susseguiranno poi grandi nomi del panorama internazionale impegnati nelle più popolari pagine concertistiche. Il violino di Nikolaj Znaider risuonerà il 19 ottobre nel Concerto n. 1 di Bruch; dirige Vladimir Ashkenazy, direttore ospite principale dell’orchestra. Renaud Capuçon eseguirà il 14 dicembre con l’OSI e il suo direttore principale, Markus Poschner, il Concerto per violino n. 3 di Mozart. L’11 gennaio sarà l’infuocato sodalizio artistico formato dall’istrionico pianista Fazil Say e dal virtuoso trombettista Gábor Boldoczki ad animare il LAC con il Concerto per tromba di Say e il Concerto n.1 per pianoforte e tromba di Šostakovič. Il 1. febbraio si potrà ascoltare l’astro del violoncello Sol Gabetta, diretta da Pablo González nel suo cavallo di battaglia, il Concerto n. 1 di Martinů. Alcune delle più intense arie veriste saranno eseguite il 22 febbraio dal celebre soprano Maria Agresta e dal direttore Michael Sanderling. A marzo appuntamenti: il 15 con il talento del pluripremiato pianista coreano Seong-Jin Cho, impegnato accanto al direttore Diego Matheuz nel Concerto per pianoforte n. 2 di Chopin; il 22 con il virtuoso violoncellista Johannes Moser che sarà diretto da Alexander Vedernikov nel Concerto n. 1 di Šostakovič. Il 12 aprile Patricia Kopatchinskaja infonderà tutto l’estro e l’espressività che la contraddistinguono nel Concerto per violino di Čajkovskji. A chiudere la stagione, il 25 maggio (replica il 26) la prima proposta operistica assoluta dell’orchestra e di Markus Poschner al LAC in una coproduzione internazionale con il Landestheater di Linz per la realizzazione semiscenica del Così fan tutte mozartiano.

OSI IN AUDITORIO

I 7 concerti dell’OSI all’Auditorio Stelio Molo RSI – che comprendono 4 appuntamenti con l’orchestra al completo il venerdì alle 20.30 e 3 appuntamenti dedicati alla musica da camera la domenica alle 17.00 - si configureranno come momenti poliedrici in cui quattro artisti più o meno noti del panorama musicale internazionale si misureranno con l’orchestra in varie vesti. Nelle serate sinfoniche del venerdì i quattro ospiti si metteranno in luce nella doppia veste di direttore e solista: il 13 ottobre si esibirà il giovane direttore e pianista russo di area barocca e classica Maxim Emelyanychev; il 1. dicembre sarà la volta del virtuoso flautista svizzero Maurice Steger; il 2 marzo si potrà apprezzare il caleidoscopico violinista e violista lituano Julian Rachlin e il 27 aprile tornerà sul palco dell’AU l’illustre oboista e compositore svizzero Heinz Holliger. Questi 4 momenti sono pensati per costruire un rapporto forte con l’OSI, chiamata alla responsabilità di esibirsi anche con poche indicazioni del direttore-solista. Nelle proposte cameristiche della domenica – il 3 dicembre con Maurice Steger, il 4 marzo con Julian Rachlin e il 29 aprile con Heinz Holliger -, il rapporto tra gli artisti invitati, alcuni musicisti dell’OSI e in un‘occasione anche il Quartetto Energie Nove, si farà ancor più stretto, in un confronto individuale che è peculiarità della musica da camera. I programmi, pensati per mettere in luce le specificità dei protagonisti invitati in Auditorio, spazieranno dal Barocco al Classicismo, per toccare anche il Romanticismo e la musica contemporanea.

In attesa dell’avvio della stagione concertistica si ricordano i vari appuntamenti che accompagneranno durante tutta l’estate:
Open Air, Geppi Cucciari con Pierino e il lupo
Film con musiche suonate dal vivo
Concerto Diplomandi del Conservatorio della Svizzera Italiana
Estival Jazz all’insegna della grande musica
Concerto esclusivo per gli amici dell’OSI

Prevendita ufficiale solo online su www.ticketcorner.ch:
- Abbonamenti dal 7 agosto 2017
- Biglietti dal 21 agosto 2017