Visarte

Territorio, 14.09.17

Si vis pacem, para bellum, a cura di Visarte Ticino

Visarte Ticino, l’associazione di artisti professionisti che l’anno scorso ha festeggiato i suoi 150 anni di fondazione, presenta dal 14 al 24 settembre, negli spazi suggestivi dell’ex Macello la mostra “Si vis pacem, para bellum” curata da Antonella Barone, Simon David e Riccardo Lisi.
“Si tratta di un’ampia collettiva – spiega Riccardo Lisi – il cui titolo è un’antica citazione latina il cui senso oggi non è facilmente accettabile. Del resto il consigliere di Napoleone la rovesciò, affermando che – se vuoi vincere la guerra – devi indurre gli avversari a credere che tu stia preparando la pace. Nel nostro caso, oltre al gioco di parole sul nome dell’organizzatore, Visarte, va intravista la volontà di affrontare a viso aperto l’eterogeneità delle concezioni artistiche, anche nel medesimo territorio”.

Attraverso l’esposizione, si è voluto sottolineare l’importanza dell’arte e degli artisti del luogo per lo sviluppo del territorio. Tema che sta a cuore a Fabiola Quezada, presidente di Visarte, che ha voluto inoltre sottolineare come, dall’ingresso dei curatori nell’associazione, si voglia anche istaurare un rapporto nuovo tra artista e curatore, in cui quest’ultima figura diviene parte del processo creativo.

Il Sindaco di Lugano Marco Borradori e il Capo Dicastero cultura, sport e eventi Roberto Badaracco, hanno sottolineato come sia importante la collaborazione crescente sul territorio in ambito artistico che anche attraverso WopArt è resa visibile.

L’allestimento include 21 artisti (di cui 13 membri di Visarte Ticino) e si apre ad ogni tecnica artistica, oltre che alle opere su carta.

Visarte sarà inoltre presente a WapArt con uno stand e la proposta di alcuni incontri domenica 17 settembre:

Ore 17.00
Speech con Lina Bertola (Filosofa) e Visarte Ticino sul tema L’intelligenza delle mani

Ore 18.00
Il ruolo dell’artista e dell’arte nella società contemporanea – Con la partecipazione del vicepresidente di Visarte Svizzera: Christian Jelk.

Maggiori informazioni: www.visarte-ticino.ch