Ffdul

Territorio, 26.09.17

Film Festival Diritti Umani Lugano

Il Film Festival Diritti Umani Lugano tornerà dal 10 al 15 ottobre al Cinema Corso, per una nuova edizione ricca di spunti di riflessioni riuniti in due filoni tematici: lo sfruttamento delle risorse naturali e il tema dell’informazione. Il cinema per Olmo Giovannini e Antonio Prata, co-direttori del festival, è “una formidabile chiave d’accesso per chinarsi sui temi che ci stanno a cuore raccontando storie, ordinarie e straordinarie, legate ai Diritti Umani”.

21 film, ossia 19 lungometraggi, un mediometraggio e un corto, fra cui 12 prime svizzere e una prima internazionale. Una cinquantina di persone saranno ospiti dei dibattiti con il pubblico e con gli oltre 2000 allievi delle scuole del Cantone, che ancora si stanno iscrivendo in questi giorni. Ecco qualche numero del festival. In programma inoltre la mostra Quickgold, che verrà inaugurata il 26 settembre alle ore 18.00 presso lo Spazio 1929 e si concluderà il 15 ottobre. La Fondazione AMCA invece, l’11 ottobre consegnerà il premio giornalistico Carla Agustoni.

Come nelle scorse edizioni, la rassegna porterà particolare attenzione ai giovani. Da una parte agli studenti che parteciperanno alle proiezioni e ai dibattiti e dall’altra l’interesse è posto ai giovani realizzatori, saranno infatti 8 le opere prime presentate.

Il due filoni tematici del Festival saranno rappresentati emblematicamente nei film di apertura e chiusura, come spiega il suo presidente, Roberto Pomari: “Plastic China, aprirà il Festival accompagnandoci nel mondo di chi vive letteralmente nei e dei rifiuti plastici generati dal nostro sfrenato consumismo, e Risk che a conclusione della nostra rassegna proporrà il ritratto di uno dei personaggi più controversi e per certi versi inquietanti del mondo della comunicazione contemporanea, Julian Assange il creatore di WikiLeaks”.

Importante evento collaterale sarà inoltre il momento di festa #PartyWithldiLugano al Living Room, organizzato in collaborazione con Amnesty International  e dedicato a Idil Eser, direttrice di Amnesty International Turchia, in carcere dal 7 luglio 2017.

Tutti i film saranno sottotitolati in italiano e per la maggior parte anche in inglese, per permettere a coloro che non conoscono ancora bene la nostra lingua, di poter seguire l’evento. Previsto inoltre, giovedì 13 ottobre, il consueto dibattito anglofono con la Franklin University Switzerland.

Anche quest’anno il Film Festival Diritti Umani Lugano darà l’occasione di guardare su grande schermo film di recente produzione, di cui alcuni provenienti dai maggiori festival internazionali, che per la più parte non raggiungeranno le sale cinematografiche del Cantone.

La prevendita è disponibile sul sito biglietteria.ch

Maggiori informazioni:
www.festivaldirittiumani.ch