Ll

Divisione Eventi, 02.07.19

Il nuovo caso del commissario Ponzetti al LongLake Festival

Nel primo incontro organizzato da LongLake Festival al Parco Ciani, Giovanni Ricciardi, ideatore del commissario Ponzetti, ha presentato il suo nuovo giallo la cui uscita in Italia è prevista l’11 luglio.

In dialogo con Luca Saltini, l’autore ha parlato del suo percorso creativo e di come nascono i suoi racconti. L’ispirazione per nuove vicende arriva a confronto con la realtà sia nel quotidiano, che nell’incontro con persone dalle storie di vita originali. L’ambientazione scelta negli scritti è sempre quella di un quartiere di Roma, in questo caso del Villaggio Giuliano-Dalmata, da cui prende vita il caso, che si intreccia con gli avvenimenti storici legati al luogo. Questo quartiere ha infatti ospitato a partire dal 1947 profughi giuliani e dalmati, provenienti dai territori ceduti dall’Italia alla Jugoslavia dopo la Seconda guerra mondiale.

L’impronta culturale è una caratteristica dei romanzi di Ricciardi, professore di greco e latino in un liceo di Roma, si sente più insegnante che scrittore, nonostante sia già al suo nono giallo.  Nel 2007 scrive quasi per gioco il suo primo giallo “I gatti lo sapranno” (Fazi editore), immaginando un personaggio simile al commissario don Ciccio Ingravallo in “Quer pasticciaccio brutto de via Merulana” di Carlo Emilio Gadda, ai giorni nostri. Fra gli autori che lo hanno ispirato Georges Simenon, padre di Maigret, da cui trae il termine “scrittore dell’inconscio” per definire il suo modo di procedere nella scrittura: non riceve mai la trama dei suoi romanzi, ma la trova scrivendo.

“La vendetta di Oreste” (Fazi editore 2019) condurrà il lettore in un avvincente viaggio tra Roma, Trieste e la Slovenia in un percorso situato fra indagine poliziesca e ricostruzione storica.

Un ottimo inizio quindi per gli incontri al parco di LongLake Festival, diventati un appuntamento caratteristico dell’estate luganese. Il programma dettagliato sul sito longlake.ch o nell’app per smartphone LongLake Festival Lugano.