Ab 2918

Divisione Eventi, 08.07.19

Massimo Recalcati: La lezione della parola

Il noto psicanalista italiano Massimo Recalcati ha tenuto, nell’incantevole quadro di Parco Ciani, una lectio magistralis sul valore della parola. Nell'introduzione, Claudio Chiapparino – direttore della Divisione eventi e congressi della Città di Lugano e direttore artistico del Wor(l)ds Festival di LongLake – ha ricordato come il  festival utilizzi l’intreccio di Worlds, mondi e Words, parole, per significare che le parole aprono a nuovi mondi. Proprio questa dimensione è stata sviluppata anche dal relatore che, partendo dal valore dell’ascolto e quindi di una parola che necessita di silenzio per essere ascoltata, e andando poi ad approfondire la trasmissione della parola, in particolare nell’insegnamento e nell’educazione, ha coinvolto a sua volta i presenti in un’esperienza “illuminante”.

La parola, infatti per l’autore ha in sé la capacità di portare la luce, ovvero di far nascere dei mondi, di illuminare l’esistenza di mondi sconosciuti. Quando questo tipo di comunicazione avviene da parte del maestro, mette in moto la ricerca dell’allievo, perché risveglia in lui il desiderio di sapere. Il ruolo dell’educazione e della formazione non è quindi quello di “raddrizzare le viti storte”, che possono essere gli allievi o i propri figli, ma di considerare la stortura della loro vita come l’occasione per accompagnarli a scoprire dove portano i loro desideri profondi. Rispondendo ad una domanda di un padre relativa all'educazione, Recalcati ha spiegato come non esista un metodo certo se non quello di evitare di voler “raddrizzare” le viti storte, ma che come genitori si naviga tutti a vista.

Per un approfondimento sull'argomento, fra le numerose pubblicazioni, in “L’ora di lezione. Per un’erotica dell’insegnamento” (Einaudi, 2014), l’autore tratta in particolare la tematica della formazione e porta l’immagine delle “viti storte”.

Numerosi gli incontri al parco che ci accompagneranno nel mese di luglio. Il programma dettagliato sul sito longlake.ch o nell’app per smartphone LongLake Festival Lugano.