!cid 8dc183d9 f660 4309 bfe2 441710f47afb

Territorio, 10.09.19

Ciriaca+Erre è l'artista Bally 2018

Negli spazi del Museo d’arte della Svizzera italiana (MASI) è avvenuta la premiazione dell'Artista Bally per l'anno 2018. Si tratta di Ciriaca+Erre, artista trasversale, le cui opere spaziano dalla performance al video, dalla pittura alla fotografia, dalla scultura all’istallazione.

Nicolas Girotto, Presidente della Fondazione Bally, ha indicato le ragioni della scelta: "La Fondazione ha scelto Ciriaca+Erre quale Artista Bally dell’Anno 2018, per il suo lavoro incentrato sull’Uomo e la complessità del suo essere e per la profondità nell’affrontare diverse tematiche di interesse comune quali l’identità, i diritti umani e il ruolo dell’artista nella società odierna".

L’installazione dell’artista intitolata Catharsis - presentata per il tema scelto dalla Fondazione Bally per la Cultura per il 2018 “Il Mondo extrageografico” - è un cubo nero con pareti di 9 metri quadrati, entro il quale lo spettatore può vivere un’esperienza di tipo immersivo. All’interno, su una parete laterale è collocato un grande dipinto realizzato in acrilico e resina, mentre sull’altra, è proiettata specularmente la stessa immagine, in forma fotografica fissata in un istante differente. L’uomo raffigurato nella bolla trasparente che si dimena cercando di restare in equilibrio sulle onde, rappresenta una metafora dell’essere umano alla ricerca del senso della vita e della propria individualità. L’opera poi si relaziona al mondo parallelo del web, il luogo di una geografia umana senza confini, attraverso l’uso di un algoritmo che produce un movimento parziale dell’immagine fotografica proiettata, un addentrarsi nel campo della percezione virtuale.


Foto: Egle Berruti 


Durante la serata, il Direttore del MASI Tobia Bezzola, ha annunciato l’accordo tra la Fondazione Bally e il MASI, grazie al quale, a partire dalla prossima edizione, sarà data, all’artista vincitore del Premio Bally, la possibilità di esporre l’opera premiata negli spazi di Palazzo Reali a Lugano. Istituito nel 2008, il premio è stato assegnato negli scorsi anni ad artisti del territorio quali Nelly Rodriguez, Gabriele Genini, Renato Tagli, Pascal Murer, Nevercrew, Matteo Fieni, Alex Dorici, Giulio Parini, gli architetti Giovannini, Pitton, Zanchi e Alan Bogana.

Annunciato il tema del Premio Artista Bally dell’anno 2019, “Sulla natura del Mondo” che conclude la trilogia dedicata al “mondo”, ed è incentrato sulla natura in senso ampio, sia come fondamento dell’esistenza nella sua configurazione fisica o come realtà fenomenica, sia soprattutto come forza vitale, ossia come Anima Mundi nella sua totalità di organismo animale, vegetale, umano o geneticamente modificato. L’esplorazione profonda della natura e dei suoi processi trasformativi indicata dal tema può condurre alla creazione di importanti relazioni tra uomo, natura e cultura.

Maggiori informazioni:
www.fondazionebally.ch


Foto: a partire da sinistra: On. Sindaco Marco Borradori, il Presidente della Fondazione Bally Nicolas Girotto, l’artista vincitrice del Premio Bally 2018 Ciriaca+Erre, il Direttore del Museo d’Arte della Svizzera italiana (MASI), Tobia Bezzola e l’On. Roberto Badaracco, Capo Dicastero Cultura, Sport ed Eventi Città di Lugano.